Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

MULATU ASTATKE in concerto al Carroponte

CarroPonte Via Granelli 1, Sesto San Giovanni MI, Italia
Google+

Il padre dell’Ethio-Jazz Mulatu Astatke torna con un nuovo album di musica particolarmente ricca, nutrita da una lunga esperienza e da varie fonti: la sua formazione di percussionista, i suoi studi di composizione, la sua collaborazione con numerose leggende del jazz (tra le quali Duke Ellington, Sun Ra, Miles Davis e Mongo Santamaria), le sue influenze jazz e latinoamericane, la musica tradizionale Etiope.

Diplomato alla Berklee Music School di Boston (primo Africano nella storia), Mulatu ha dato vita tra gli anni ’60 e ’70 al movimento denominato "Ethio-Jazz". Il suo status di artista di "culto" si è rinnovato poi a metà della prima decade degli anni 2000 grazie al tributo resogli dal regista Jim Jarmusch con la colonna sonora del film “Broken Flowers” del 2005 (presente con ben 7 branii) e al lavoro dell'etichetta francese “Buda Musique” che ha pubblicato un'intera serie dedicata a Mulatu e all’Ethio-Jazz. La sua musica, straordinaria ed incredibilmente senza tempo, ha conquistato nuove schiere di ascoltatori e tra loro moltissimi artisti contemporanei; nomi internazionali del calibro di Nas, Kanye West, Madlib, Criolo, così come gli Italiani Baustelle lo hanno celebrato in alcune loro produzioni.
Nel 2009 la Strut Records è riuscita a riportarlo negli studi di registrazione (dopo oltre 20 anni) affiancato dal collettivo londinese degli Heliocentrics, con loro ha prodotto il magico album “Inspiration Information” che è stato entusiasticamente accolto in Italia e all’estero, mettendo d’accordo critica e pubblico e guadagnando una serie incredibile di riconoscimenti. Ha fatto poi seguito la splendida raccolta antologica “New York – Addis – London” (Strut Rec. ), mentre nel 2010 è la volta dell'album “Mulatu Steps Ahead”, i territori sono quelli del tanto caro Ethio-Jazz, nella sue sfaccettature più fumose e dilatate. Il disco è stato registrato tra Boston e Londra, con il contributo della Either Orchestra, di alcuni membri degli Heliocentrics ed altri ospiti speciali.

"Lavori questi che danno nuovo e giusto lustro ad uno dei più importanti musicisti Africani di sempre."

Mulatu è anche chiamato a svolgere un’intensa attività concertistica che lo porta ad esibirsi in tutto il mondo, con date in Africa, Nord e Sud America, Asia, Europa ed Oceania. Ciascuna delle sue apparizioni in concerto è una festa musicale che si trasforma in un irresistibile appello alla danza. Leader, arrangiatore, vibrafonista e multi strumentista Mulatu Astatke suona regolarmente con il suo gruppo, Step Ahead Band, che ha base a Londra ed è formato da alcuni dei migliori musicisti della scena jazz Britannica e Europea.


"Mulatu Astatke è un maestro che ha trovato finalmente un posto nella storia, accanto a giganti come Duke Ellington e Sun Ra."

Ora è il momento di ascoltare "Sketches of Ethiopia" dove Mulatu propone il suo linguaggio musicale miscelando il suo particolare groove moderno con antiche melodie, riflessi di musica colta occidentale, ritmi latini e afro-funk Un album splendido , che scuote, cattura le mente e allo stesso tempo riempie di gioia il cuore.
H 21.30
Ingresso 15€ in prevendita - 20€ in cassa

Veniteci a trovare
il 7 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: