Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il Collezionista di Meraviglie. L'Ermitage di Basilewsky

Torino
Google+

"Il Collezionista di Meraviglie. L'Ermitage di Basilewsky", dal 7 giugno al 13 ottobre 2013 a Palazzo Madama, Torino.

Smalti, bronzi, oreficerie, avori: quasi 90 eccezionali opere dal Medioevo al Rinascimento de "le roi descollectionneurs" escono dall'Ermitage e tornano in Europa per la prima volta. In mostra a Torino.

I conservatori dell'Ermitage avevano tentato in tutti i modi di impedire che il governo sovietico, tra il 1932 e il 1933, vendesse alcuni importanti pezzi della strepitosa collezione Basilewsky. Era stato lo Zar Alessandro III nel 1885 ad acquistare in blocco la prestigiosa raccolta, al prezzo esorbitante di sei milioni di franchi, prevenendo líasta programmata da Drouot e attesa con ansia da esperti e collezionisti francesi. La collezione del conte Alexandre Basilewsky era infatti considerata, già alla fine degli anni '70 dell'Ottocento, una delle maggiori attrazioni di Parigi.

Le resistenze opposte dall'Ermitage alle autorità staliniste, in quegli anni difficili e duri di vendita delle opere del grande museo russo, non furono comunque sufficienti e 25 notevoli pezzi degli 800 giunti a San Pietroburgo alla fine del XIX secolo se ne andarono ad arricchire le maggiori raccolte d'arte del mondo (dal Victoria & Albert di Londra al Metropolitan Museum di New York, dalla collezione del barone Thyssen al Rijksmuseum di Amsterdam), inseriti tra i capolavori dellíarte medievale e rinascimentale. Una vera dispersione, tanto che in alcuni casi la destinazione finale rimane ancora ignota.

La collezione Basilewsky per il resto rimase in Russia e solo ora un nucleo di 85 opere, esemplificative della sua altissima qualità e varietà, torna in Europa per la prima volta. Saranno esposte a Torino dal 7 giugno al 13 ottobre 2013 nellíeccezionale mostra ìIl Collezionista di Meraviglie. L"Ermitage di Basilewsky" - curata da Enrica Pagella e Tamara Rappe - in uno dei luoghi divenuto punto di riferimento internazionale delle arti decorative: Palazzo Madama.

Tra i capolavori eccezionalmente prestati ci saranno anche opere che, già inserite nella lista di vendita dal "Commissariato popolare per la Cultura del governo sovietico", restarono all'Ermitage solo grazie alle preghiere, alle trattative, alle astuzie dei suoi conservatori, consapevoli del loro valore artistico e culturale. Tra queste, l'Acquamanile a forma di cacciatore a cavallo, opera renana dell'inizio del Duecento, o la strepitosa Cassetta reliquiario di Santa Valeria, protomartire dellíAquitania: una delle più famose opere in smalto limosino del XII secolo, forse realizzata nel 1172 in occasione dell'investitura ducale, proprio a Limoges, di Riccardo Cuor di Leone, figlio del re di Inghilterra Enrico II e di Eleonora díAquitania.

Un vero evento dunque, promosso da Palazzo Madama-Fondazione Torino Musei, dalla Città di Torino, dal Museo Statale Ermitage e dalla Fondazione Ermitage Italia - con

Veniteci a trovare
dal 7 giugno al 13 ottobre 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: