Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

APERI*BRUSCIA + SELF MADE MAMAS- live + PIZZA @Circolo Arci Brusciana

Circolo Arci Brusciana Via Senese Romana 132, Empoli FI, Italia
Google+

GIOVEDì!!!!!!!

Ore 19:30
APERI*BRUSCIA
RICCO APERICENA CON BUFFET: il nostro supercuoco Giulio propone piatti etnici e locali, abbinati agli aperitivi del nostro Sciscio, al prezzo scacciacrisi di

5€ !!

Tutto questo in una veste tutta nuova e pacchiana (http://www.treccani.it/vocabolario/pacchiano/) della nostra sala.


VENERDì!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ore 20:30
Cena + Pizza Bio!!!!!!

La nostra meravigliosa cucina torna nel pieno delle sue forze per allietarvi con le proprie prelibatezza!!! Una succulenta cena unita a una lunga lista di fumanti pizze vi aspettano!!!!
Cosa aspettate non esitate!!!
Per prenotazioni:
0571-931859
329-1681420

Ore 22:30
SELF MADE MAMAS - live

Brani di cantautrici dal Nord e Sud America, reinterpretati dalla voce di Michaela D'Astuto (Bizantina) accompagnata da Michelangelo Zorzit (chitarra), Michele Lovito (percussioni) e Antonio Colli (violoncello), nelle traduzioni di Gianluca Barrera e Ianus Pravo.
Alla chiusura della Mostra Eikon Grafe di Michaela D'Astuto ci sarà il concerto "Self Made Mamas" che conclude il suo percorso di indagine sulla creatività femminile

Il progetto "Self Made Mamas" si propone come un percorso attraverso le composizioni musicali di autrici e cantautrici di Nord e Sud America.
L’aver individuato un repertorio che ha come denominatore comune il genere (femminile) delle autrici, a dispetto delle innumerevoli differenze linguistiche e culturali che le separano, è certo una scelta eccentrica. Assai più spesso infatti, gli interpreti della cosiddetta pop(ular) music si preoccupano di formulare una proposta omogenea dal punto di vista del “genere musicale”.
Così, va consolidandosi l’idea che il termine pop identifichi una “musica commerciale” a cui l’ascoltatore si rivolge come a un qualunque altro bene di consumo, e non piuttosto una dimensione comunicativa e artistica che desidera, sopra ogni altra cosa, salvaguardare l’immediatezza dell’espressione, differenziandosi da altri generi più colti con il parlare direttamente al cuore di tutte le persone.
In effetti, non è stato semplice combinare in un unico concerto lingue e linguaggi musicali così diversi, dalle canzoni di protesta delle folk singer nordamericane(Joan Baez, Tracy Chapman), all’intimo e struggente lirismo di autrici più recenti (Suzanne Vega, Cindy Lauper, Tori Amos, la brasiliana Marisa Monte), fino all’attivismo politico di donne che hanno contribuito in modo determinante alla crescita culturale dei propri paesi di origine (Violeta Parra in Cile, Susana Baca in Perù, Maria Helena Walsh in Argentina).
Un percorso non semplice, in cui però crediamo di aver rinvenuto notevoli tracce di somiglianza - meno esteriori, e più profonde, che non il “genere musicale” - tra autrici che hanno saputo costruirsi una propria, personalissima identità nella culla ideale dei self-made men : l’attitudine a usare la musica non solo per sedurre e divertire, ma per rappresentare qualcosa del proprio essere profondo; la volontà di percorrere con la propria voce di donna tutto il continente e la fiducia che il “nuovo mondo” sia pronto a recepire il messaggio della parte storicamente meno ascoltata.
La vitalità eterna e la capacità non solo di dare la vita, ma anche di restituirla a sé stesse, anche dopo infinite morti, rinascendo grazie al canto “come una cicala”:
Tantas veces te mataron / tantas resucitarás / tantas noches pasarás / desesperando /
A la hora del naufragio / y la de la oscuridad / alguien te rescatará / para ir cantando (Maria Helena Walsh, Como la cigarra)

Michaela D'Astuto: voce(Bizantina Worldmusic)
Michelangelo Zorzit: chitarra (Bizantina)
Michele Lovito:precussioni (Tamales De Chipil, Bizantina)
Antonio Colli: violoncello.

SABATO!!!!!!!!!!!!!!

ore 20:30 Pizza!!!!

Forni accesi pizze fumanti per tutti i gusti!!!!
Tradizionale - Vegan - Vegetariana ...... Il tutto con lievito di Kamut da Pasta Madre, e farine di grani antichi!!!!
Accorrete numerosi!!!! (ANCHE DA ASPORTO!!!!)
Per prenotazioni:
0571-931859
329-1681420


Ingresso Libero riservato ai Soci Arci!!!!
Qualora non abbiate ancora provveduto a rinnovare la tessera ARCI al nostro Circolino con soli €10 vi beccate la tessera e un PIZZA OMAGGIO!!!!! Quindi....?


Sostieni l'Arte!
Sostieni il Territorio!
Vieni a Circolo Arci Brusciana!!!!

Veniteci a trovare
dal 17 al 20 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: