Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

16 MAGGIO H 21.00: SVENTOLA L'AQUILONE

Teatro Araldo via Chiomonte 3/a, Torino, Italia
Google+

TEATRO ARALDO
in collaborazione con
VatuttoBene MadamalaMarchesa - rassegna di teatro LGBT

info e prenotazioni: biglietteria@teatroaraldo.it
biglietteria on line: www.vivaticket.it
http://bit.ly/1jlpv6E
http://bit.ly/QvHqiu
biglietti in promozione su: www.teatroaraldo.it

-------------------------------------------------------------------------

SVENTOLA L'AQUILONE
di Erberto Rebora
Espressioni Vaganti - Circolo Maurice

Camminate con noi su un impervio sentiero lastricato di ciottoli, buche, inciampi, salite e discese.
E' il percorso dell'anima di una madre alla scoperta di un figlio alla ricerca della sua identità,
all'inseguimento di un rapporto maltrattato dagli eventi e dall'iniziale incomprensione.
Quel che credevamo ovvio e scontato quando era lontano da noi, si tramuta in travaglio fisico e
spirituale quando ci è vicino.

Come abbattere quel muro di sassi e pietre dal quale, a tratti, traspaiono raggi di luce?
Come oltrepassare se stessi per riannodare i fili dell'amore?
Conoscerete questo figlio prima bambino, i suoi travestimenti e trasformazioni poi, fino alla
rivelazione del sè alla famiglia e al ricongiungimento con sua madre.

Conoscerete la difficoltà della madre e la sua sofferenza fino a dire:
"Ma grazie figlio, grazie per la fatica che hai fatto fare alla nostra famiglia.
Grazie per gli ostacoli che hai sparpagliati sulla mia strada.
Senza di te, di me non avrei capito certi aspetti profondi, compreso quello fondamentale che prima
d’alzare una bandiera bisogna toccarne la stoffa, guardarne con attenzione l’ordito, sfiorarne l’asta,
misurarne la lunghezza e poi, soltanto poi, alzarla, farla sbattere al vento.

Prima, sì, stava su lo stesso, è chiaro, ma no, non avrebbe sventolato come si deve, non sarebbe
diventata davvero un aquilone colorato che volteggia in cielo."

Veniteci a trovare
il 16 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: