Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Dal Disgregazionismo di Piero Tartaglia all’arte di non-esclusione di Gennaro Falcone e Attilio Nes

Palazzo Granafei Nervegna Brindisi BR, Italia
Google+

Sabato 10 maggio 2014, con il Patrocinio del Comune di Brindisi (candidata a capitale europea della cultura 2019), l’Organizzazione Artistica Tartaglia Arte inaugura la mostra “Dal Disgregazionismo di Piero Tartaglia all’arte di non-esclusione di Gennaro Falcone e Attilio Nesi” presso le sale espositive del Palazzo Granafei Nervegna, presentata dalla Prof. Carmen De Stasio.

La non-esclusione è uno dei caratteri che dominano la scena degli artisti, le cui storie marcano i tempi successivi di un’unica prospettiva, nella quale si continua a porre domande su quale sia il ruolo dell’arte di oggi. Sfuocando la richiesta in una nuvola d’inutilità, oserei dire che l’arte detenga un ruolo mutevole nelle cadenze profonde, e risponde, in ogni caso, a suggestioni e a suggerimenti, finanche a istigazioni acquisite dall’azione multipla che avviene nel territorio umano.
Convinto sostenitore di un’arte che non sia esclusiva e di fusione, che si confronti costantemente con le architetture che distinguono l’astratto dall’informale, Piero Tartaglia, «padre» del Disgregazionismo, spazia negli spazi e costruisce spazi nuovi, nei quali la materia é traccia, nulla viene evitato e nulla viene tralasciato. É un’arte di densità, nella quale l’osservatore legge la razionalizzazione per piani molteplici.
Una nuova architettura dalle tessiture artistiche si staglia all’orizzonte ravvicinato di Gennaro Falcone ed è un’architettura dalle cadenze mistiche, impregnate di una matericità volta a sostenere l’intreccio con le cose, in una simbologia che trae nutrimento dall’umiltà degli elementi.
Di moltiplicazione assordante si nutre l’arte di Attilio Nesi, il cui incontro con la materia e il colore avviene per una forza d’attrito, di scambio graffiante. Di mescolamenti analitici e catalitici, con squarci che assumono completezze dalla sintesi di tre colori portanti. Il bianco ‒ trasparente attraverso le pieghe brumastre ‒ il nero accecante e le bande rosse a imporre una sofferenza come l’arte é in quanto organismo interagente vivente. Carmen De Stasio

Artisti: Piero Tartaglia, Gennaro Falcone, Attilio Nesi
Titolo: Dal Disgregazionismo di Piero Tartaglia all’arte di non-esclusione di Gennaro Falcone e Attilio Nesi
A cura di: Riccardo Tartaglia
Presentazione e testo critico: Carmen De Stasio
Sede: Palazzo Granafei Nervegna – via Duomo, 1 Brindisi
Inaugurazione: sabato 10 maggio ore 18,00
Periodo: dal 10 al 31 maggio 2014
Orario e giorni apertura: tutti i giorni dalle 9,30 alle 13 e dalle 16,30 alle 20, escluso lunedì
Catalogo in mostra
Ufficio stampa: TAAR, Regina Nobrez, Mariangela Mutti ufficiostampataar@tartagliaarte.it
Info: riccardotartaglia@tartagliaarte.it - 3486622952

Veniteci a trovare
dal 10 al 31 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: