Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

INDUE JAZZ_2: CAPASSO/SCARCIA/COPPOLA feat. FLAVIO BOLTRO

Spazio Indue vicolo broglio 1 /F, Bologna, Italia
Google+

Indue Jazz_2 è la seconda parte della rassegna di musica dal vivo che si snoda, a partire dal 16 gennaio 2014, tutti i giovedì con un percorso ampio contraddistinto dalla comune matrice jazz. Un contenitore aperto, non rigido, che contemperi giovani promesse con artisti già affermati, che spazi nell'ambito jazz nelle diverse contaminazioni stilistiche. Una rassegna che sia espressione delle peculiarità dello Spazio Indue, un luogo trasversale ed inclusivo, attento alla molteplicità dei fermenti culturali in essere, i quali devono trovare la possibilità di esprimersi senza necessariamente passare per le forche caudine della logica meramente commerciale. In questa rassegna vi è un unico filo conduttore che lega artisti di altissimo calibro, affermati a vario livello anche fuori dal recinto peninsulare, a giovani astri nascenti e a progetti di sperimentazione: la passione per la musica e per il jazz.

GIOVEDI' 24 APRILE: CAPASSO/SCARCIA/COPPOLA feat FLAVIO BOLTRO
Flavio Boltro: tromba
Antonio Capasso: piano
Mirko Scarcia: contrabbasso
Elio Coppola: batteria

Flavio Boltro, immerso nel jazz fin dalla più tenera età, a 5 anni si trasferisce con la famiglia a Pianezza, vicino a Torino. All'età di 9 anni inizia a suonare la tromba e, a 13 anni, si iscrive al Conservatorio, dove studia con Carlo Arfinengo (tromba dell’Orchestra Sinfonica di Torino), il quale lo seguirà per prepararlo all'esame di ammissione al Conservatorio, che frequenterà per sette anni.

All'età di 25 anni entra a far parte di una formazione, nota come Lingomania, con Roberto Gatto alla batteria, Furio Di Castri al contrabbasso, Maurizio Giammarco al sax, Umberto Fiorentino alla chitarra, che si aggiudicherà per due volte consecutive il premio per il miglior disco e miglior gruppo dell'anno.
Più o meno allo stesso periodo risale la collaborazione con Steve Grossman, con il quale si esibisce regolarmente in club e festival internazionali in quintetto con Cedar Walton, Billy Higgins e David Williams alla sezione ritmica, ma anche con Clifford Jordan e Jimmy Cobb.
Altra determinante formazione per il suo percorso musicale è l'originale trio con Manu Roche alla batteria e a Furio Di Castri al contrabbasso, poi trasformatosi in quartetto con l'arrivo di Joe Lovano.
Nel 1984 viene eletto "miglior talento" dalla rivista Musica Jazz
Nei primi anni novanta assiste al Festival di Calvi, dove si esibirà l'anno successivo con Antonio Faraò, Manu Roche e Paolo Dalla Porta.
Nel 1994 Laurent Cugny, sceglie Flavio Boltro e il suo amico Stefano Di Battista come trombettista e sassofonista dell'ONJ, poco prima di lasciare la quale Flavio entrerà nel sestetto di Michel Petrucciani.
Al 1997 risale la formazione del quintetto con Stefano Di Battista, Eric Legnini al piano, Benjamin Henocq alla batteria e di Rosario Bonaccorso al basso.

INGRESSO GRATUITO CON TESSERA ARCI OBBLIGATORIA

Veniteci a trovare
il 24 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: