Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

DJ HARVEY & DANIELE BALDELLI (1st time together) @ TIPOGRAFIA

Tipografia Via Raiale 169, Pescara PE, Italia
Google+

△ DJ HARVEY

△ DANIELE BALDELLI

The Legendary Event - 1st Time Together

"Una leggenda in senso lato viene intesa come “tutto quello che non accerta l’esistenza dei fatti raccontati oralmente”, quindi c’è bisogno di viverli i fatti, toccarli, “ascoltarli” per innalzarli a questa definizione e quest’anno il 25 aprile s’appresta ad essere una data leggendaria. Sicuramente non lo sarà per un rinvigorimento del nostro senso patriottico (che sarà destato solo all’alba dei Mondiali), quanto per quello che succederà in una singola notte al Tipografia di Pescara.

Il motivo? Il primo incontro dietro consolle tra due delle figure viventi più fulgide e acclamate del panorama mondiale e nazionale della club culture ovvero DJ Harvey e Daniele Baldelli. Due miti, due entità fisiche senzienti con udito e tatto sopraffini, assurte al ruolo di leggende grazie a carriere scolpite a colpi di bpm nelle memorie uditive di tanti. Non avrebbero bisogno di presentazioni ma è bene rinfrescarsi la memoria. DJ Harvey è un mito, un guascone dal sorriso tagliente e dall’occhio felino capace di surf-are come Tony Alva tra venue e generi diversi con l’unico obiettivo di interconnettersi alla folla e creare il mood. Maestro dell’edit e autore di progetti in band come Locussolus è una vera rockstar, e non solo per alcuni episodi emblematici come la fine del set al Meredith Music Festival del 2010 o per alcune sue citazioni, ma perché viene atteso in tutto il mondo in maniera delirante come riuscirebbe a fare una grande band (al suo primo show in Inghilterra dopo alcuni anni di assenza, ha mandato in down il sito di RA per l’acquisto dei biglietti mentre in Giappone è stato nominato dj #1 dal 2011 ad oggi). E ci siamo limitati nel descriverlo…

Daniele Baldelli invece è il DJ italiano per antonomasia. È colui il quale ha importato il missaggio su due piatti in Italia e ha proposto le prime miscelazioni tra generi lontani tra loro creando il cosiddetto “Cosmic Sound”. Batacuda e Kraftwerk, afro e batteria elettronica. Baldelli ha personificato con la sua maestria l’ascesa della Baia degli Angeli, è stato la punta di diamante del miglior periodo della club culture italiana e grazie alle sue sperimentazioni è divenuto una figura chiave nel panorama mondiale. Cosmico. Insomma ci sarebbe tanto da dire, da scrivere ma una leggenda per essere tale deve essere vissuta, bisogna bagnarcisi dentro e quindi, come faremo noi, dovreste catapultarvi al Tipografia per farne parte. Ci vediamo lì". Soundwall.it

http://www.soundwall.it/dj-harvey-daniele-baldelli-il-primo-incontro-al-tipografia/

▼ △▼ △▼ △▼ △▼

Powered by:

Humani Festival
www.humani.eu

Miocuore
www.miocuore.it

The Pool
www.thepool-london.com

Info +39 339 8849631
info@humani.eu

TIPOGRAFIA
Via Raiale 169
65100 - Pescara - Italy
Ingresso riservato ai soli soci ARCI.



▼ △▼ △▼ △▼ △▼

DJ HARVEY

DJ Harvey is absolutely his own man, he is a near mythical character, who's fans and followers refer to themselves as his cult, or studymasters. Harvey's musical style cannot simply be filed as eclectic or retrospective, he plays whatever he feels, as he feels it, but always for the crowd. Best put by Harvey himself "You can't understand the blues until you've had your heart broken and you can't understand my music till you've had group sex on ecstasy" He is an analogue loving DJ that utilizes reel to reel and effects all conjured live while not being afraid to utilize new technology in the mix too. He is respected and in demand the world over to supply the sounds for a vast array of Clubs, Festivals, Fashion Shows, TV shows, and Private Events. His clients include some of the worlds greatest clubs and parties including Berghain/Panorama Bar, Pacha, Yellow, Sound, The Block, Santos, Robert Johnson, Ministry Of Sound, Fabric, Cielo, Respect in Paris, Deepspace, Mr Saturday Night, Deep and Rhonda L.A but also such esteemed fashion companies as Calvin Klein, Antonio Berardi, Ted Baker, Burberry, Prada, Sarcastic, Levis, Fresh Jive, Rogan, Loomstate, Y3 and Deisel for events and fashion week shows and sound design. He has also DJ'd at many Galleries and exhibitions including MoMA PS1 in Brooklyn, NY Contemporary in Manhattan, MOCA in L.A and thirtyninehotel in Hawaii for which he serves as creative director. He has re-mixed and produced a vast array of artists; LCD Soundsystem, Jamiroqui, Jamie Lidell's Supercoliider project, The Police, Ian Brown, Brand New Heavies, Tommy Guerrero, Lindstrom and Prins Thomas, Liquid Liquid, The Avalanches, Art Department, Bjorn Torske, Yuksek, House of House, and the chart topping 'Open Up' for The Black Keys as well as releasing tracks on International Feel Mo Wax, Nuphonic, Whatever We Want, Southern Fried and Ministry Of Sound and his own irreverent disco edit label Black Cock. His band project Map Of Africa released an album to critical acclaim and had their songs featured on HBO TV show 'Hung'. An avid surfer and skater Harvey provided the soundtrack to accompany original Dogtown and Z Boys Skater - Tony Alva’s exhibition that took in cities from Tokyo and LA to New York. He is loved as a guest radio host on show's such as Beats In Space, Radio 1's Essential Mix, KCRW's The Drop and was invited to guest lecture at the annual Red Bull Music Academy as well as host a Basement Sessions for the All Saints clothing brand, all of which still stream to a global audience still.
2010 saw Harvey tour outside the States for the first time in close to 10 years to rapturous reviews, taking in countries worldwide including Australia for the first time. He headlines his own sell out tour of Japan annually. Summer sees him in Europe taking in clubs and festivals such as Giles Peterson's Worldwide, Berghain in Berlin, Lovebox in London. He was Resident Advisor's X series surprise guest for Sonar in Barcelona which generated one of the longest discussion forums on RA's website in it's history only surpassed by him hosting their anniversary podcast in Feb 2012. He also returned to Ibiza for the fist time in many years.
2010 through 2012 saw Harvey featured both as a DJ and a Producer for his Locussolus project in many publications 'Best Of 'lists including including Resident Advisor, Beats In Space, and many online record retailers. Japan's music press cited his tour there as the most anticipated and number 1 event in2010, and 2011 and 2012. He was just voted japans #1 DJ a title held now since 2011. He was invited to be a part of Kraftwerks concert series at MoMA in NY being one of a handful of DJ's invited to support the bands two week residency and exhibition. In L.A he was invited in the same capacity to DJ alongside James Murphy for Mike D of Beastie Boys and Jeffrey Deitch's 'Transmission' curation of MOCA
Harvey returned to play his hometown of London for the first time in 10 years followed by a gig in Manchester. His London show sold out on Resident Advisor in 1 minute and crashed their system. The post party reviews for both parties were rapturous with Harvey being featured as one of Rolling Stone Magazine's 25 DJ's that rule the planet. Coachella just announced Harvey on their 2013 festival line-up.His Locusolus album project (on International Feel Recordings) was received incredibly well by fellow DJ's, critics and the public. He plans to release new material in 2014 both from Locussolus on his own label imprint, and a new rockier edged project Wildest Dreams which with serve as the soundtrack to a movie for surfer Joel Tudor's Kookbox board brand. His occasional pop up warehouse parties in Los Angeles under the new moniker Harvey's Discotheque are his favorite parties to play and among the most revered in the world with party goers flying in from all over the globe to attend, inspiring to curating his own club and festival line up's in 2014.

www.residentadvisor.net/dj/djharvey
https://www.facebook.com/HarveyDJay
http://www.discogs.com/artist/44101-DJ-Harvey


▼ △▼ △▼ △▼ △▼

DANIELE BALDELLI

Daniele Baldelli, il precursore dei dee-jay italiani. Ha iniziato quando ancora non c'erano ne' mixer ne' cuffia! Fondamentali quei suoni per moltissimi top djs che adesso ricordano come veri e propri maestri coloro i quali furono i primi, ovvero: Daniele Baldelli e Claudio Rispoli aka Mozart. Prima degli anni settanta non esisteva la discoteca. Nelle "sale da ballo" regnava la musica dal vivo. Successivamente, si iniziarono a ballare i dischi, in alternativa o come pausa musicale delle orchestre. Ecco esordire i primi dee-jay. Dovevano mettere i dischi, semplicemente uno dopo l'altro. Daniele Baldelli inizia la sua carriera nel 1969 (come "metti dischi" non era stata ancora coniata la parola Disc-Jockey, almeno in Italia) al Tabu' club di Cattolica , sulla riviera adriatica . I dischi erano tutti 45 giri di rock, funk & soul. Il mestiere del DJ era ancora tutto da inventare, Daniele Baldelli era solo: con la sua fantasia, la sua voglia di musica, la sua ricerca tecnica, la passione e l'istinto, ha sperimentato tutti gli stili musicali senza avere moduli o modelli di riferimento. Nel 1970 la musica che Daniele suonava, si poteva forse dividere in due grandi tipi: la musica Bianca, di provenienza europea, e la musica Nera di provenienza americana. Si parla sempre di 45 giri e si mescolavano dei dischi europei, che erano quasi sempre canzonette allegre e commerciali, con dischi americani soul, rhythm & blues e funky di artisti quali: Arthur Conley, Joe Tex, Wilson Pickett, James Brown, Rufus Thomas, Lyn Collins, ecc. Naturalmente reperire questo materiale non era sempre facile. Daniele frequentemente andava a Lugano e a Parigi dove riusciva a reperire i dischi d'importazione. Un altro particolare delle serate in discoteca negli anni 70 era che la musica veloce che si ballava come "shake" veniva alternata da lenti. La proporzione era di 5 shake e 5 lenti, poi, col passare degli anni, trenta minuti di shake e 3 lenti. Nel 1977-78 approda alla Baia degli Angeli (insieme ad un altro dj, Claudio Rispoli, in arte Mozart). Era il periodo della disco-music e del philadelphia sound. Viene quindi notato e ingaggiato per essere il dj resident del COSMIC che viene inaugurato nellíaprile 1979. Ed e' qui che nasce quel fenomeno incredibile che veniva chiamato "AFRO" e poi piu' recentemente "COSMIC SOUND". L'"africanismo" Daniele Baldelli, lo esprimeva quando suonava il Bolero di Ravel sovrapponendolo ad un brano degli Africa Djole', oppure un pezzo sperimentale di Steve Reich sul quale mixava un "canto Malinke" della Nuova Guinea, mixando i T-Connection con Moebious e Rodelius, scoprendo nell'album Izitso l'unico brano ipnotico-tribale di Cat Steven, estraendo l'Africa nei Depeche Mode suonandoli a 33 giri o viceversa facendo diventare musica una voce reggae suonata a 45 giri, mixando una ventina di brani africani su uno stesso pattern di batteria elettronica o suonando insieme una batucada con Kraftwerk, usando gli effetti elettronici di un sintetizzatore per sovrapporli a brani di Miram Makeba, Jorge Ben o Fela Kuti o ancora ascoltando le melodie indiane di Hofra Haza o Sheila Chandra con le sonorita' elettroniche della Sky Record tedesca. Armato dei suoi piatti Technics SP-15, batteria elettronica Korg, sintetizzatore Yamaha, i primi rudimentali campionatori e l'inseparabile equalizzatore Teac, Daniele Baldelli inizia una sperimentazione totale mescolando insieme funky, reggae, jazz, fusion, brasil, dub, etno, tribale. Il tutto abbondantemente accompagnato da musica elettronica e da una predilezione maniacale per il "mixaggio": tutto questo lo ha reso sicuramente un indiscusso caposcuola!!!


▼ △▼ △▼ △▼ △▼

Veniteci a trovare
dal 25 al 26 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: