Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

The RIPPERS+SULTAN BATHERY+ Ale Riptapes dj set/ Osteria al Majo

Osteria al Majo via Luigi Camerini n 6, Piazzola sul Brenta PD, Italia
Google+

Join to Hell with us!

Gustatevi il mercatino dell' antiquariato piu grande d'Italia e poi unitevi nella bolgia infernale con noi....


Aperitivo infuocato con due band Italiane su Slovenly Recordings

THE RIPPERS (Garage punk from Sardinia)
Sultan Bathery (Psych punk from foggy land)

Dalle 17:30 Aperitivo con dj set (only Vinyl selection) by mastro Ale Riptapes che proseguirà anche dopo i live



Live dalle ore 18:00 PUNTUALI
After live FREE PASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!


THE RIPPERS

http://slovenly.bandcamp.com/album/the-rippers-why-should-i-care-about-you-lp
https://slovenly.bandcamp.com/album/the-rippers-better-the-devil-you-know-lp

I Rippers nascono all'inizio del 2001 dalle ceneri degli Sleepwalkers, storica garage punk band cagliaritana, con Paolo Bonino e Giovanni Di Malta (già negli Sleepwalkers) alla voce e al basso e Alessandro Ladu e Claudio Zucca rispettivamente alla batteria e alla chitarra.
Il loro sound, piu' che verso il garage punk, è orientato sul r'n'b bianco europeo e nelle prime sessions e nei primi live, oltre qualche pezzo originale, suonano diverse cover di Pretty Things, Yardbirds, Rolling Stones. Grazie a un demo registrato su cassetta la band viene notata dalla neonata Shake Your Ass Records ,che firma il suo esordio e quello della band con il 7 pollici TRACKS FROM BEYOND, nel 2002.
Le ottime recensioni del disco spingono etichette come l'australiana Corduroy e la tedesca Screaming Apple a interessarsi a loro. E così che nel 2003 esce l'LP di esordio, omonimo, su Screaming Apple e un nuovo singolo su Corduroy, interamente registrati live nella loro sala prove.
Grazie al buon feedback del disco la band progetta il suo primo tour europeo, che pero' salta per l'improvviso abbandono del bassista che viene sostituito a breve da Gabriele Boi. Con la nuova formazione la band affronta un piccolo tour italiano e registra tre nuovi singoli che vedono la luce nel 2004 sull'americana Slovenly, sulla spagnola H-Records e nuovamente su Shake Your Ass.
Nello stesso anno i Rippers affrontano il loro primo tour oltre i confini italiani esibendosi in Spagna al Wild Weenkend Festival di Benidorm (al fianco di band storiche come i Monks e i Music Machine) e in diverse altre città iberiche. Il secondo album “Tales Full Of Black Soot”, registrato all' Inside Outside Studio, esce nel 2005 sempre su Screaming Apple. Dalle stesse sessions dell'LP viene estratto un nuovo singolo “4 Creepy Men” che esce sulla sarda Gravedigger's Records. Dopo due tour annullati e vari problemi la band compie il primo vero tour europeo toccando Austria, Germania, Belgio, Lussemburgo, Olanda e Francia nel 2006. Tutto sembra andare per il meglio quando poco tempo dopo il Gabriele Boi lascia il gruppo. Poco tempo dopo Andrea Pilleri si unisce alla band come bassista. Siamo all'inizio del 2007, anno in cui la band registra due nuovi singoli (uno per l'olandese Kuriosa Records e l'altro sempre su Shake Your Ass Records) e affronta un nuovo tour europeo. Il nome della band ormai gira da anni nella scena garage mondiale, nonostante i vari cambi di formazione e tour cancellati. Nel 2008 con l'uscita dell'ennesimo singolo, il secondo su Slovenly Recordings, i Rippers affrontano il primo tour americano. La band si esibisce al South By Southwest Festival di Austin,Texas con gli Spits, gli Hipshakes, gli Slab City e gli Okmoniks e per un mese calca i palchi di tutta la west coast, da San Diego a Vancouver. Al ritorno dagli states la band si ritrova all'Outside Inside Studio di Montebelluna per registrare il nuovo album “Why Should I Care About You?” che esce per l'americana Slovenly, sempre nel 2008 e a seguire la band promuove il disco con un tour in Spagna e Francia. Negli ultimi tre anni la band suona ai principali festival garage punk europei e divide il palco con bands come Jay Reatard, Spits, Wau & Los Aaaarghs, Knights Of The New Crusade, Hormonas, Hipshakes, King Automatic. Nel 2012 esce il nuovo album “Better the devil you know” sempre per l 'americana Slovenly recordings, che viene subito supportato da un nuovo tour europeo nel settembre 2012 ,tour che dura circa tre settimane e tocca le piu importanti capitali europeo ,attualmente la band è a lovoro per un nuovo album.

SULTAN BATHERY
http://sultanbathery.bandcamp.com/


Tre ragazzi italiani (Boy, Fred e Madnuts) vanno in India e quando
tornano a casa formano una garage band psichedelica. La ragione di
tanta ispirazione? La citazione nella citazione, ovvero “il peggior posto
nel quale siamo mai stati”, la città dalla quale hanno preso il nome:
Sultan Bathery.
Sostanze allicinogene, rivelazioni raggiunte grazie all’astinenza dai
contatti con il mondo femminile e cibo speziato e piccante hanno
creato un ambiguo quanto bivalente sentimento di amore/odio per
quel posto.
La sinistra bellezza dei desolati territori indiani ha toccato nel profondo
i Sultan Bathery perchè, come band, i tre amici d’infanzia sviluppano
un suono che si muove nel delicato equilibrio di lo- garage rock,
psichedelia e atmosfere morriconiane.
Comparati ai mostri sacri del genere, Black Lips e Acid Baby Jesus, il
trio vicentino ha anche condiviso il palco con band come Pretty
things ,Thee oh sees, Black lips, the Sorrows etc,e ha alle spalle un tour americano ed uno europeo, oltre
all’esperienza in festival come il Primavera Sound 2013.
L’esordio sulla lunga distanza, dal titolo omonimo, è un esplosivo mix
di atmosfere esotiche e gemme garage pop affogate in un mare di
riverberi.
Il disco uscirà in vinile , cd e in versione digitale per l’americana Slovenly
Recordings, già etichetta di Black Lips, Reigning Sound e e Spits.

Veniteci a trovare
il 27 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: