Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Wozzeck di Alban Berg

Teatro Cinema Principe di Palestrina Corso Pierluigi, 60 , Palestrina RM, Italia
Google+

Il soldato e il barbiere. La gelosia e la violenza. La sopravvivenza e il sopruso. La follia e il sangue. In una parola, Wozzeck.


La storia semplice e agghiacciante di un soldato. Wozzeck non è che questo: un soldato che fa anche il barbiere e la cavia da laboratorio. In un sistema disumano di violenza e volgarità, dove la prostituzione si sostituisce alla fedeltà e gli abusi sono l'unica regola dei rapporti di potere, Wozzeck viene quotidianamente schiacciato.
Un ambiente post-industriale, una selva di suoni stridenti, urla disperate e visioni nebbiose. Questi gli elementi di un "Wozzeck" riadattato da Csaba Antal in una prosa asciutta e contorta, estratta dal libretto espressionista di Alban Berg. Il rapporto del protagonista con i suoi superiori, come quello con la madre di sua figlia, si delinea attraverso tinte forti e si veicola attraverso il corpo. Tutte queste caratteristiche portano ad un epilogo commisurato all'orrore di una storia spietata.
Csaba Antal riadatta la versione operistica di Berg del "Wyzeck" di Büchner, presentando un apparato scenografico e costumistico contemporaneo, semplice e schietto, attraverso il quale l'atmosfera ebbra e claustrofobica del testo si condensa in scene brevi e incisive. La musica di Berg è accostata a brani di Tom Waits e dei Rammstein, a sottolineare la potenziale attualità di un testo senza vincitori nè vinti, in cui ogni figura è vittima e carnefice, innocente e colpevole. Non c'è spazio per l'amore nè per la pietà.

WOZZECK
di Alban Berg
Studenti dello I.U.A.V. di Venezia-Laurea Magistrale in Teatro e Arti Visive
Regia di Csaba Antal

Biglietto:
Platea 9 euro
Galleria 7 euro

Per info e prevendite:
Pro Loco Palestrina Tel.06/95302318

Veniteci a trovare
il 24 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: