Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Elegia di Madonna Fiammetta

Certaldo FI, Italia
Google+

Elegia di Madonna Fiammetta: viaggio pittorico, fotografico e performativo di Cinzia Fiaschi - 11 maggio - 23 giugno 2013, Palazzo Pretorio e Casa Boccaccio, Certaldo (FI)

Boccaccio al femminile. Sarà un artista, Cinzia Fiaschi, a tradurre attraverso la Dance in Action Painting e due mostre – pittura e fotografia – che si inaugureranno l’11 maggio presso la Casa del Boccaccio e Palazzo Pretorio, il folle amore di Fiammetta verso il giovane Panfilo che Boccaccio tratteggia nella “Elegia di Madonna Fiammetta”.

Con 24 tele di diverso formato, 20 ceramiche e 20 fotografie racconterà brani tratti dal test pura espressione di un’essenza informale dove il gesto riassume la potenza espressiva del colore e dove l’emozione batte nella follia di parole in cui l’amore può diventare beffardo.

Saranno le donne di Certaldo, immortalate in scatti fugaci a fare da ambasciatrici ai visitatori per quell’amante che distratto ha amato, abbandonato e dimenticato facendo contare le briciole di tempo a colei che invano lo attese. Cinzia Fiaschi insieme a danzatrici / attrici e vocalist, inaugurerà l’evento con una performance di Dance in Action Painting dove l’attimo diventa essenziale. L’emozione si modella sulla percezione astratta e mimica dello spettatore e della summa delle arti visive e sonore, dove il colore sottolinea il linguaggio non verbale e la parola diventa accento. Fiammetta vive le sue emozioni attraverso la vibrazione dei corpi e la sensualità dei colori nell’attesa della realizzazione di quel battito inatteso che l’artista crea tra spettatore e tela.

“... una nascosa serpe vegnente tra quelle, parve che sotto la sinistra mammella mi trafiggesse; il cui morso, nella prima entrata degli acuti denti, parea che mi cocesse; ma poi, assicurata, quasi di peggio temendo, mi pareva mettere nel mio seno la fredda serpe, imaginando lei dovere, col beneficio del caldo del proprio petto, rendere a me più benigna..” Così Fiammetta descrive l’irrompere dell’ingannevole amore all’interno del suo talamo coniugale.

Cortese come la cultura assaporata presso la corte Angioina, folle come solo l’amore può rendere la mente di chi resta sospeso tra le spire della passione e il silenzio dell’abbandono, Giovanni Boccaccio concede nelle mani di una nobile donna del 1343-44, i consigli su come fuggire la lussuria di Venere, ascoltare la ragione della vecchia balia, percepire il dolore vissuto da mille eroine tradite ed evitare l’amore miserrimo ma umano di giovani amanti. Attuale come solo l’Amore sa essere nella sua infinita esistenza oltre la notte dei secoli, così Fiammetta nei 700 anni della nascita del suo narratore, esprime i suoi consigli alle donne contemporanee attraverso la sinergia delle arti.

L’

Veniteci a trovare
dal 11 maggio al 23 giugno 2013

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: