Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Sagra dei Pipiriolos a Montresta

Montresta OR, Italia
Google+

Due sagre a Montresta: la 4° edizione della sagra Sonos De Pipiriolos - Melodias Montrestinas, che si svolge 10 e 11 agosto 2013, dalle 18:00 e la sagra de Sos Pipiriolos, sempre nei giorni 10 e 11 agosto 2013, a Montresta (Oristano).

Montresta, un piccolo borgo famoso per un particolare tipo di pasta, "Sos Pipiriolos". Se desiderate conoscere i piatti tipici di questo luogo, 10 e 11 agosto sull'altopiano planargese, a 15 km dalle splendide spiagge di Bosa e 48 da quelle di Alghero, si tiene la sagra tradizionale che celebra questi prodotti.

Sagra dei "Pipiriolos", bucatini dalla forma particolare e dalla superficie rugosa - dovuta alla trafilatura al bronzo - che trattiene la salsa e il sugo di condimento. Il 10 verrà proposta la versione classica del condimento, un sugo fresco con carne (porchettone o pecora) e formaggio pecorino; il giorno successivo, invece, sarà la volta della nuova ricetta "s'alzola" (ovvero "l'aia"), che combina alcuni ingredienti di stagione come i pomodori secchi e il finocchietto selvatico, con i sapori forti tipici della terra sarda.

Questa pasta di semola, in sardo, "su pipiriolu" (piffero), è una vera e propria specialità che si ottiene attrtaverso un processo di lavorazione molto particolare, dopo che le massaie hanno preparato l'impasto di farina di semola, acqua e sale, questo viene frazionato in lunghi tubi introdotti nel tamburo del torchio utilizzato (macchina rudimentale). Dopo aver riempito il amburo, inizia la pressione del disco di bronzo contro la parte del disco forato e dopo 4 o 5 giri completi, e dopo aver valutato la giusta lunghezza, si procede a staccare la pasta e a stenderla sul tavolo per lasciarla essiccare.

Info Tel: 3408505381

Veniteci a trovare
dal 10 al 11 agosto 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: