Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Teatro Comunale Di Soverato Soverato Marina CZ, Italia
Google+

regia e testo: Giovanni Carpanzano
scene e scenografia: Emilio Valente
macchinista: Giovanni Bove
Costumi: Antonio Tallarico
Sarte: Maria Paparazzo - Rosaria Galluzzo
durata: 90 minuti

Alla fine degli anni ’60 nella località di Atena, in Italia, c’è grande agitazione: siamo alla vigilia delle nozze tra il duca Teseo e Ippolita dove procede parallelamente la difficile storia d’amore tra Ermia e Lisandro. I due non possono
coronare il loro sogno, perché il padre di Ermia ha destinato la figlia a Demetrio, innamorato non corrisposto di Ermia e a sua volta amato ma senza speranza da Elena. Durante la notte, gli amanti tentano la fuga e si inoltrano
nel bosco, inseguiti da Demetrio ed Elena. Qui queste situazioni vengono osservate da Oberon e dalle Fate del suo magico regno. Assegnando alcuni compiti a Puck, Oberon fa in modo che il corso degli eventi cambi e l’amore giusto ritrovi la retta via. Adesso può finalmente celebrarsi il matrimonio tra Teseo e Ippolita. Sogno di una notte di mezza estate, è un’occasione per uno spettacolo imponente, drammaturgia contemporanea ed essenziale.
La messa in scena è ambientata negli anni '60. L'impianto scenografico è una trasposizione del sogno per simboli e immagini. Il sogno è riassunto nella sua sineddoche, in un simbolo chiaro e diretto: il cuscino. Enormi cuscini, centinaia di cuscini su cui il sogno e la favola prendono vita, su cui prende forma il valore immaginifico e simbolico di un sogno contemporaneo e moderno fatto di proiezioni e luci. Proiezioni che concretizzano la magia del e nel teatro attraverso la drammaturgia dell'oggetto (cuscini) e della luci, con l'ausilio della grafica e del mapping video.
Un progetto di spettacolo in cui la regia usa la videoarte che si mette al servizio del teatro per svelare agli occhi degli spettatori un mondo di immagini iconiche e iconografiche e materializzare il mondo immaginifico dei racconti di fate del sogno shakespeariano.

ATTORI:
FRANCESCO MINIACI
MARIA MADDALENA ASCIONE
JUSTIN COMMARA'
FRANCESCA CARTAGINESE
ANDREA RANIERI
ANNA BROCCARDO
ADOLFO OLIVERIO
DARIO RAPICAVOLI
ELISA VIGNOLO

Veniteci a trovare
il 16 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: