Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Pranzo benefit per le processate ed i processati del 7 Marzo 2009

ZAM via Santa Croce, 19, Milano, Italia
Google+

Il 25 Novembre 2013, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne (l‘ironia del destino…), un considerevole numero di condanne si è abbattuto su un altrettanto considerevole numero di compagne e compagni che nel 2009 si sono resi colpevoli di aver contestato un pacchetto sicurezza tanto ipocrita quanto dannoso e un’iniziativa pretestuosa della signora De Albertis, all’epoca rappresentante di un nascente partito chiamato Nord-Destra (un nome un programma, nel vero senso della parola), che distribuiva fischietti e pepper spray per la difesa delle donne. E’ di poche settimane fa la notizia che per la stessa vicenda è in corso un altro procedimento parallelo.
Quel 7 Marzo, in piazza, non accadde sostanzialmente nulla, ma nonostante ciò quella giornata di lotta gioiosa e spensierata viene ricondotta a fattispecie criminose tanto altisonanti quanto ridicole.
Il tema della violenza sulle donne è ormai all’ordine del giorno dell’agenda politica grazie a farse come il “decreto sul femminicidio”, che ben poco parla, ancora una volta, di cultura e autodeterminazione, di responsabilità e rispetto, ma inserisce nei suoi capitoli la repressione della lotta No Tav e altre aberrazioni, che niente hanno a che vedere con l’obiettivo che il decreto si prefigge…
5 anni fa eravamo in piazza per parlare di autodeterminazione ed in questi giorni, allietati dalla notizia che la Corte Costituzionale ha, di fatto smantellato quell’abominio clericale che era la legge 40 sulla procreazione assistita, lo saremo ancora visti i forsennati attacchi di questi mesi alla già moderatissima legge 194 sul diritto d’aborto (http://milanoinmovimento.com/primo-piano/molto-piu-di-194).

Per sostenere gli imputati ed i condannati del processo 7 Marzo 2009, pranzo legale @ Zam, domenica 27 Aprile, ore 12,30

--Menù--
insalatona di riso
pasta fredda
grigliata di verdure e carne
1 consumazione bar
tot 10€

Per prenotazioni: collettivozam@gmail.com

Veniteci a trovare
il 27 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: