Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Teatro: QUANDO ERO MORTO

Cantiere Simone Weil via giordano bruno,4, Piacenza PC, Italia
Google+

Prova Aperta della nuova produzione che andrà a raccontare cosa accadde nello spazio intercorso fra il risveglio dal coma al ritorno in scena nel 2007 con lo spettacolo ''Non mi ricordo''.

di e con Ginetta Maria Fino
Giuseppe (Pino) Mainieri

Muische dei Fratelli Mancuso
Riprese video di Walter Ingrosso
e Luca Bolognese

Seguiranno due episodi tratti dal Mistero Buffo nella versione in lingua siciliana interpretate da DANIELE ANZALONE

Dopo lo la messa in scena di Non mi ricordo, da Pantelleria alla Valle Camonica, ci siamo sentiti spesso chiedere notizie circa gli undici anni intercorsi fra l’incidente e il ritorno in scena. Ci siamo spesso ripromessi di raccontare quegli anni in un altro spettacolo e lo faremo in una prima prova aperta al Cantiere Simone Weil, via Giordano Bruno, 4 a Piacenza l’8 maggio prossimo con Quando ero morto.
Quanto viene evocato e agito è stato pienamente vissuto.
Lo spettacolo si apre con un dono di Pino al pubblico. Verranno raccontati episodi del periodo più duro del post-coma. Oltre alle parole, riprese video effettuate in questi anni da Walter Ingrosso e Luca Bolognese racconteranno la fede di Pino e il nostro quotidiano. Il titolo è tratto da un racconto che Pino ripeteva nella sua lingua arcana i primi tempi dopo il risveglio e che gli feci scrivere per essere certa di avere letto bene sulle sue labbra.
Di e con
Giuseppe (Pino) Mainieri
Ginetta Maria Fino

Musiche
Fratelli Mancuso

Luci
Eva Bruno

Nel mio diario/memoria depositato all’Archivio Papà è la testimonianza vivente che papà è morto avevo ricopiato frammenti delle lettere di Pino del 1975 "solo la tua voce è una carica per me", nei giorni del suo coma profondo mi chiedevo: ”Tutto era già stato detto? Amo addormentarmi con la certezza d'aver amato un profeta, tutti i giovani che si amano sono un po' profeti’’ e nei giorni dopo il risveglio scrivevo: “Pino, sapevi anche questo!. Era la fine dell’estate del 1974 andammo con compagni a visitare Marzabotto e la sua necropoli etrusca, ti dicemmo: “Dai Pino spogliati e facci vedere il risveglio dell’etrusco” e lui l’interpretò senza sapere che un giorno si sarebbe risvegliato, nudo anche quella volta, ma sul letto di un reparto di rianimazione e andremo ora a raccontare proprio quello che accadde da quel momento in poi.

Veniteci a trovare
il 8 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: