Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Wars on demand - presentazione del libro a Terre Resistenti Festival

No dal molin Via Ponte Marchese, Vicenza VI, Italia
Google+

Martedì 29 aprile, ore 21
Festival Terre Resistenti - via Ponte Marchese, 36100 Vicenza

WARS ON DEMAND
Guerre nel terzo millennio e lotte per la libertà

presentazione del libro curato da Vicenza libera dalle servitù militari e Global Project
edito da AGENZIA X per la nuova collana GLOBAL BOOKS

Presenteranno alcuni tra gli autori:
- Giuseppe Zambon (Global project)
- Benedetto Vecchi (il Manifesto)
- Cristiana "La Billo" Catapano (Vicenza liberà dalle servitù militari)
- Vilma Mazza (Global project) in diretta dalla carovana YA Basta! in Libano
- David Vine (antropologo e docente all' American University) in diretta da Washington Dc
- Lorenzo Fe (scrittore e curatore di Agenzia X Edizioni )

Saranno presenti gli illustratori che hanno impreziosito il libro attraverso le loro impressioni visive.
--- --- ---
Gli autori: Domenico Chirico (Un Ponte per...), Fabio
D’Alessandro (No Muos), Duccio Ellero (Global Project), Vilma Mazza (Global Project), Antonio Mazzeo (giornalista ed attivista), Angela Pascucci (giornalista), Martina Pignatti Morano (Un Ponte per...), Benedetto Vecchi (giornalista de il manifesto) David Vine (antropologo), Giuseppe Zambon (Global Project).

I capitoli relativi alle comunità in lotta contro le basi militari sono frutto di una profonda relazione collettiva tra gli attivisti che hanno realizzato le interviste, le traduzioni e la stesura dei testi:
Tommaso Cacciari, Cristiana La Billo Catapano, Olol Jackson, Marco Palma, Giulia Rampon, Stefania Tarabella, Martina Vultaggio.

Ringraziamo in modo speciale tutti gli illustratori che hanno partecipato con generosità ed entusiasmo a rendere immediate e riconoscibili le narrazioni ed i contesti descritti : © AlePOP/AgitKOM, Osvaldo Oz Casanova, Dast, Enrico De Carlo/SpaghettiBomb, Ale Giorgini, Gianmaria Liani, Daniela Perissinotto, Stefano Zattera.

Un riconoscimento particolare va a Claudio Calia, Théa Valentina Gardellin e David Vine.

--- --- ---
Wars on demand è un libro collettivo scaturito dalla Global Conference tenutasi nel settembre 2013, durante il Festival No Dal Molin a Vicenza, il primo meeting internazionale online che ha visto collegate dodici realtà diverse fra Italia, Asia, Oceania, isole dell’Oceano Pacifico e Stati Uniti d’America.
Grazie ad una profonda relazione tra gli attivisti dei movimenti no war in lotta dal mar Mediterraneo all'oceano Pacifico, il libro espone le testimonianze e riflessioni sulle battaglie contro il riposizionamento delle basi militari nel pianeta.

La sottrazione di diritti civili e politici, motivata da presunti motivi di sicurezza nazionale, è la comune condizione di “servitù militare” vissuta dagli abitanti dei territori circostanti alle basi dell’esercito americano. Questa limitazione della libertà di movimento, della salvaguardia della salute e del rispetto dell’ecosistema ha fatto nascere in tutto il mondo numerosi e tenaci comitati per lo smantellamento delle strutture militari.

Wars on demand raccoglie le analisi di esperti e le testimonianze di attivisti contro le basi militari: dagli
Stati Uniti alla Corea del Sud, da Vicenza al Giappone, da Niscemi all’Iraq. Il libro si fa interprete di questi movimenti di dissenso al centro della ridefinizione degli equilibri globali, raccontandone a più voci gli entusiasmi, le difficoltà e la determinazione nelle pratiche di lotta.

Gli Stati Uniti hanno rincorso, ottenuto e difeso disperatamente la loro egemonia imperiale, che però oggi mostra acute difficoltà di fronte a resistenze di movimenti politici, guerriglie etnico-religiose o dinnanzi al riemergere di potenze rivali, basti pensare alla Grande Russia del nuovo zar Putin o al debordare dell’enorme potere economico cinese in Africa e nel Pacifico. È la fine di un’epoca.

Il volume è uno stimolo a riflettere sulle trasformazioni che attraversano le guerre del terzo millennio, in cui
le aree strategiche sono controllate anche tramite le nuove tecnologie, i droni e le compagnie para-militari private, i moderni mercenari. È all’interno di questa complessità che deve destreggiarsi chi oppone alla guerra una conflittualità volta alla conquista della pace e della giustizia sociale.

***
La collana Global Books si propone di esplorare a un livello internazionale tematiche legate ai movimenti sociali, in collaborazione con alcuni dei protagonisti che li animano. Un laboratorio sperimentale in cui lo scambio di idee si traduce in produzione e diffusione di contenuti
culturali e politici di dissenso a mezzo di carta stampata.

Veniteci a trovare
dal 29 al 30 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: