Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Michela Monferrini presenta Chiamami anche se è notte

Libreria Trebisonda Via S. Anselmo 22, Torino, Italia
Google+

Martedì 29 aprile alle 18:30 Michela Monferrini presenta Chiamami anche se è notte (Mondadori 2014), romanzo finalista al Premio Calvino nel 2012.

Intervengono Margherita Oggero e Giusi Marchetta.

"Un libro che festeggio come da anni non mi sentivo di festeggiare un esordio" (Chiara Gamberale)

1986. Una ragazza, un ragazzo, una cagnetta che ha il nome della prima lanciata nello spazio: è la notte del 6 gennaio e la loro bambina sta per nascere. Intorno a questo evento si raccoglie una folla domestica. Nonni che scrivono acrostici, nonne che hanno il compito di scegliere nomi: sono loro le sentinelle che sorvegliano, scandiscono i minuti, sanno tutto da prima, da sempre. Futura nasce, Laika si ammala. C’è sempre qualcosa che finisce, per qualcos’altro che inizia? 1996. È la notte dell’Epifania, la bambina ha dieci anni, è una piccola nuotatrice con tutto il futuro davanti e tanto coraggio nelle gambe. Il regalo che sta per aprire non è un dono qualunque. È un regalo che respira.
Sporco, malato, scheletrico – un cucciolo di cane che forse non supererà la notte. La bambina chiude gli occhi, mentre sua madre pensa a tutte le cose che cominciano mentre altre finiscono.
2011. Di nuovo una ragazza, un ragazzo, un cane. Di nuovo la notte dell’Epifania e ancora un’attesa. I ragazzi si sono appena scambiati un po’ di passato, stanno per cominciare qualcosa, mentre qualcos’altro intorno si spegne, e per sempre. Ma forse può, deve andare solo così: come gennaio, che inizia dalla fine, dove dicembre e un vecchio anno lasciano il passo al nuovo.
Al suo esordio narrativo, Michela Monferrini compone un libro lieve e intensissimo. Con la libertà e la naturalezza proprie delle generazioni più giovani, dà vita a un racconto che è veloce ed essenziale come una canzone e insieme è animato da una profonda ricerca di senso, dal continuo scavo sotto la superficie dell’esistenza per raggiungerne il messaggio più autentico.
Una voce delicata e originale, saldamente ancorata al reale eppure percorsa da una vena di sogno, in un equilibrio pieno di grazia.

Michela Monferrini è nata il 6 gennaio 1986 a Roma, dove vive e lavora come istruttrice di nuoto. È stata finalista ai premi Subway-Poesia 2005 e Campiello Giovani 2008.
È autrice di Conosco un altro mare. La Napoli e il Golfo di Raffaele La Capria (2012). Collabora alle pagine culturali de “Gli Altri” e con “L’Indice dei Libri del Mese” e “Nuovi Argomenti”. Chiamami anche se è notte, finalista al premio Calvino 2012, è il suo primo romanzo.

Veniteci a trovare
il 29 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: