Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

I Dodici - Una marcia suggerita dal vento

Teatro Garage Via Casoni Filippo 5, Genova, Italia
Google+

I Dodici - Una marcia suggerita dal vento

Tratto dall'omonimo poema di Alexandr Bloch "I Dodici"

Testi di Daniel Nevoso

Una produzione di Matreska - Gruppo Artistico

Portavoce Pierrottiano: Daniel Nevoso

Musicisti del vento: La Decima Vittima

Alessio Caorsi : Chitarra
Alberto Valgimigli: Basso

Con la partecipazione della danzatrice contemporanea Martina Marmorato


-------------------------------------------------------------------------------


Siamo tornati in attesa della tormenta degli aghi di gelo!!

____________________

“I Dodici” è un poema scritto da Aleksadr Blok nel 1918, a ridosso della Rivoluzione Russa. Ma in che modo il poeta ha deciso di parlare della rivoluzione che spezzò in due la storia mondiale?

Sarebbe estremamente semplice definire “I Dodici” come un inno alla rivoluzione russa. Se le cose stessero realmente così, non avrebbe alcun senso mettere in scena, oggi, questo poema. I Dodici sono la marcia delle Rivoluzioni, perché parla di un passaggio, un cammino, che si attraversa un vecchio modo di vivere per giungere ad uno nuovo, sconosciuto e indecifrabile. I Dodici sono la scelta dell’ enigma.

In occasione di questa serata ci presentiamo con la maschera di Pierrot, perché anche lui “per amor della sua bella Katja si trovò in mezzo a questa marcia di soldati”.
Poveretto diamo anche a lui un poco di credito in questa vicenda.

Pierrot (personaggio ricorrente nella simbologia Blokiana) è una delle tante maschere-senza maschere (anche questo maschere – senza maschere o metti il trattino o metti le virgolette) che abbiamo incontrato (incontrato meglio) nel nostro percorso interpretativo.

Attraverso il capriccio dell’ innamorato irreversibile destinato a comici piagnistei lunari, il poema sulla rivoluzione perde i suoi ideali politici per diventare altro, non necessariamente qualcosa di migliore o peggiore, ma semplicemente altro.

______________________________

Biglietto intero: 12 euro

Biglietto ridotto: 9 euro

Veniteci a trovare
il 17 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: