Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Novojazz - Novotel Genova RENATA TOSI CARLO ATTI

Novotel Genova Ovest Via Antonio Cantore 8, Genova, Italia
Google+

Novojazz – Novotel Genova
Sabato 3 Maggio
RENATA TOSI
CARLO ATTI
Luciano Milanese Trio

Renata Tosi – Voce
Carlo Atti – Sax Tenore
Gianluca Tagliazucchi - Pianoforte
Luciano Milanese - Contrabbasso
Carlo Milanese – Batteria

La grande cantante Renata Tosi con lo straordinario sassofono di Carlo Atti
Selezionati Standards e Blues

www.milaresol.it

Ore 20.30 Cena Ore 22 circa Concerto

Informazioni e prenotazioni:
338 4921010

Novotel - Via Cantore 8 (GE)

Parcheggio gratuito
Vi chiederemmo di prenotare col più ampio anticipo possibile, grazie

RENATA TOSI
Renata Tosi è da anni apprezzata come interprete solista, si è distinta in teatri e clubs, festivals, rassegne jazz, trasmissioni televisive e radiofoniche. Da più di 20 anni si dedica all'insegnamento del Canto. Attualmente insegna al CEPAM - Centro Permanente Attività Musicali - a Reggio Emilia, oltre a tenere saltuari seminari sul Canto Jazz e la Vocalità AfroAmericana. Ha frequentato il conservatorio ''Ghedini'' di Cuneo e numerosi workshops di perfezionamento tra i quali quelli si ricordano quelli di Betty Carter, Mal Waldrom, Peter Erskine, Bob Mover, George Brown, Rachel Gould. Tra le frequentazioni più assidue quelle dei workshops del grande Barry Harris.

Ecco alcuni dei musicisti con cui ha cantato:
Luciano Milanese, Andrea Pozza, Gianni Basso, Gianni Cazzola, Tullio De Piscopo, Carlo Atti, Massimo Dall’Omo, Riccardo Zegna, Fulvio e Claudio Chiara, Jimmy Villotti, Piero Odorici, Bononia Jazz Orch., Bruno Longhi, Sante Palumbo, Luigi Bonafede, Emanuele Cisi, Cesare Migliardi, Paolo Birro, Nico Menci, Bruno Marini, Nicola Stilo, Aldo Zunino, Andrea Papini, Ares Tavolazzi, Andrea Olivi, Danilo Memoli, Max Chiarella, Luca Pisani, Luigi e Pasquale Grasso, Oreste Soldano, Oscar Zenari, Stefano Senni, Renato Chicco, Nicoletta Manzini, inoltre è presente in alcune pubblicazioni discografiche in veste di autrice e compositrice: Alberto Borsari, Giancarlo Bianchetti, Enrico Lazzarini, Alessandro Lugli, Alessandro Magnanini, Realart, Euphonia Ensamble Di Markelian Kapidani
Si Ricordano Alcune Partecipazioni Come Ospite In Concerti Di David Schnitter, Dusko Gojkovick, George Brown, Dado Moroni, Tony Scott, Sal Nistico, Bob Mover, Eliot Zigmund.
Da parecchi anni, interessata alle discipline orientali, che comprendono la pratica delle arti marziali, studia e frequenta seminari tematici sull'aspetto olistico della voce. ( Kaya Anderson, Luca Votta, MandalaLux).

CARLO ATTI
Carlo muove i primi passi nel mondo della musica, complice un flauto traverso, all’eta’ di sei anni frequentando gli studi classici sotto la guida del Prof. Ivano Melato (primo flauto dell’orchestra comunale di Bologna) nella cittadina di Molinella dove e’ nato e tuttora vive. Continua a studiare musica presso il Conservatorio di Ferrara affiancando lo studio del flauto a quello del sax tenore, strumento che riconosce immediatamente come “il mezzo con il quale riesce meglio a comunicare“.

Appena undicenne assume il ruolo di tenor sassofonista nell’orchestra da ballo del Maestro Alberto Masotti, dove viene a contatto con le atmosfere degli standard jazz e boogie woogie grazie ai quali smette di concentrarsi solo sulla partitura iniziando a sperimentarsi come improvvisatore.
Negli anni dell’adolescenza si approccia all’insaziabile ascolto dei vinili di musicisti del jazz classico e contemporaneo da Coltrane a Rollins sino a Bob Berg e Steve Grossman e ormai diciassettenne decide di trasferirsi nella vicina Bologna per affrontare un periodo di studio con il maestro Giorgio Baiocco.
Baiocco lo introduce nell’entourage di musicisti professionisti ed allievi promettenti che anima la Bologna di quegli anni e lo prepara per il suo debutto da band leader al “Capolinea” di Milano.
Da questo momento Carlo inizia a frequentare locali e concerti, ottenere le prime gigs e soprattutto affiancare musicisti come Steve Grossman, Larry Nocella, Sal Nistico e Massimo Urbani cui deve un’importantissima crescita musicale e con i quali condivide intense esperienze umane. In questa cornice di musica e di vita bolognese Sandro Berti Ceroni ( che con il compianto Alberto Alberti diede i natali al Jazz Festival di Bologna nel’90) lo nota e da’ lui l’opportunita’ di incidere il suo primo disco “Straight Ahead” in quartetto con Fred Henke, Massimo Dall’Omo e Luciano Milanese.
Preparandosi all’esordio discografico registra nell’88 “Urlo” con Massimo Urbani, partecipa ad Umbria jazz con “il nuovo sestetto italiano” (Tamburini, Odorici, Cazzola, Vaggi, Tonolo, Atti) conquistando il premio Four Roses e nel ’90 prende parte al fianco di Steve Grossman al concerto di apertura della Biennale dei giovani artisti d’Europa a Marsiglia.
Gli anni novanta sono per Carlo tempo per importanti collaborazioni.
Incide nel’94 “Lucky Serenade” con Luciano Milanese,Andrea Pozza e Bob Braye, si esibisce nel ’95 al “Ronnie Scott’s”di Londra con Rossi, Pozza, Tavolazzi e Bandini ( e’ la prima formazione tutta italiana ad esibirsi in questo leggendario club londinese). con Suona con Bob Mover e incide nel ’97 “Sweet Beat” con la formazione composta da Steve Ellington, Jeff Johnson, Hal Galper.
Alla fine dei novanta Carlo avverte la necessita’ di conoscere l’ambiente musicale d’oltreoceano ed ecco che inizia, e tuttora continua, a trascorrere brevi e lunghi periodi a New York.
Negli anni 2000 quando non e’ a NYC, Carlo si esibisce spesso al “Gregory’s” di Roma,a questo periodo risale “The best thing for you” registrato nel 2008 con il chitarrista Emanuele Basentini.
Un paio di anni dopo ,affascinato dal suo stile e dal suo suono Frank Marocco lo contatta per incidere “Changes”.
Nello stesso anno partecipa al festival di Abu Dhabi con il quintetto di Bobby Dhuram.
Personalita’ eclettica e curiosa, Carlo seppur imprescindibilmente legato al linguaggio del jazz collabora e incide dischi anche con Lucio Dalla, Gianni Morandi, Rossana Casale, Neffa e con gli Skiantos.

GIANLUCA TAGLIAZUCCHI
Pianoforte
Formatosi sotto la guida del pianista Riccardo Zegna, incomincia l'attività concertistica nel 1985 col sassofonista Andrea Imparato esibendosi in vari locali e jazz clubs del nord Italia e prendendo parte numerose rassegne e festivals. Ha ottenuto borse di studio per seminari con Mal Waldron, George Cables e Jack McDuff, James Williams
Ha diretto la Bansigu Big Band - Orchestra jazz di Genova. Nel 2003 risulta vincitore al XVI Concorso di Arrangiamento e Composizione "Barga Jazz 2003" nella sezione dedicata a Lee Konitz con il brano "Kary's Trance".
Tra i musicisti con cui ha collaborato si ricordano: Lee Konitz, Harold Land, Charlie Mariano, Jimmy Owens, Bill Watrous, Sheila Jordan, Scott Hamilton, Cameron Brown, Eliot Zigmund, Albert Heath, Paul Jeffrey, Harry Allen, David Williams, Tiziana Ghiglioni, Gianni Basso, Franco Cerri, Gianni Coscia, Gianluigi Trovesi, Pietro Tonolo, Maurizio Giammarco, Emanuele Cisi, Piero Odorici, Nicola Stilo, Luciano Milanese, Giampaolo Casati, Piero Leveratto, Attilio Zanchi, Alfred Kramer, Gianni Cazzola.
Attualmente insegna al Conservatorio di Cuneo e suona con diverse formazioni tra cui il Quintetto di Tullio De Piscopo.

LUCIANO MILANESE
Contrabbasso
Luciano Milanese è da lungo tempo sulla scena del Jazz italiano. Ha suonato con molti fra i migliori musicisti italiani, ha fatto parte del quartetto di Gianni Basso, del quartetto di Tullio De Piscopo (con Larry Nocella e Riccardo Zegna), del trio di Dado Moroni, del Trio di Andrea Pozza e di diverse altre formazioni, anche nel Jazz tradizionale.
Ha suonato con molti grandi del Jazz come Chet Baker, Johnny Griffin, Art Farmer, Harry “Sweets” Edison, Eddie “Lockjaw” Davis, Scott Hamilton, Phil Woods, Ray Bryant, Kenny Drew, Joe Pass, Barney Kessel, Sal Nistico, Slide Hampton, Bobby Durham, Alvin Queen.

CARLO MILANESE
Batteria
Carlo Milanese ha suonato con musicisti italiani come Andrea Pozza, Gianni Basso, Dado Moroni, Riccardo Zegna, Carlo Atti, Rossano Sportiello, Marcello Rosa, Gianni Sanjust, Claudio Capurro, Paolino Alderighi, Luciano Invernizzi e molti altri. Ha fatto parte a lungo del quartetto di Gianni Basso e del trio di Andrea Pozza. Ha registrato a suo nome il CD “Intermission” con Andrea Pozza, Carlo Atti e Luciano Milanese ottenendo consenso da parte della stampa. Sempre a suo nome e come pianista ha registrato “Blues By Chanche” e recentemente “Vernissage” col pianista Riccardo Zegna. Fra gli americani ha suonato con Scott Hamilton, Bob Wilber, Kenny Davern, Steve Grossman, Dusko Gojkovic , George Coleman e col grande contrabbassista Jimmy Woode.

Veniteci a trovare
il 3 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: