Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Flava of the year 2014 feat. AFRIKA BAMBAATAA!

Link Associated via Fantoni 21, Bologna, Italia
Google+

FLAVA OF THE YEAR 1994 - 2014

Ritorna la jam più longeva in Italia, che dal 1994 ad oggi ha regalato emozionanti live congiungendo le realtà artistiche internazionali a quelle locali.

Quest’anno “Flava Of The Year”, per il suo ventennale, accoglie Afrika Bambaataa!


Bio dell’artista:
Figura quasi mitica nel Bronx degli anni settanta, quando il quartiere newyorchese era all'apice del degrado e veniva chiamato 'piccolo Vietnam', Afrika Bambaataa è un punto di riferimento assoluto dell'hip hop e uno dei suoi fondatori.
La paternità ufficiale del rap, come tutti sanno, è da ascrivere al giamaicano DJ Kool Herc, che per primo isolò i break dei dischi e li mandò in loop attraverso il suo spaventoso impianto, chiamato l'Herculoids. Ma a stabilire i canoni del genere e a diffonderne il verbo ci pensarono due newyorchesi doc, due veri maestri del turntable: Grandmaster Flash - che perfezionò la tecnica del sampling e incise "The Message", il brano che meglio ha incarnato l'anima hip hop degli albori (molto più del commerciale Rapper's Delight degli Sugarhill Gang) – e appunto Afrika Bambaataa, l'uomo che ha fatto ballare prima il South Bronx e poi tutta New York in block party leggendari e pieni di energia, spesso organizzati attaccando il sound system ai pali della luce nelle strade. Uno dei punti di forza di Bam, come spesso viene chiamato, era la collezione di migliaia di dischi, molti dei quali introvabili sulla East Coast, e la capacità di farli suonare come nessun altro: grazie a lui i b.boy (i ballerini di hip hop) a nord di Manhattan si scatenavano con la stessa intensità, ad esempio, su un classico come "Give It Up Or Turn It Loose" di James Brown, sulle note di una b-side sconosciuta dei Rolling Stones o sulle evoluzioni elettroniche di qualche gruppo europeo mai sentito prima.
Ma definire Afrika Bambaataa semplicemente un virtuoso del piatto o il creatore di "Planet Rock" sarebbe riduttivo: nato nel 1958, Kevin Donovan, questo il suo vero nome, è il carismatico artefice di un vero e proprio movimento per la consapevolezza black, chiamato Zulu Nation, che dal 1973 si batte per i diritti degli afroamericani e per la diffusione dell'hip hop e che comprende rapper, DJ, b.boy, writer e sostenitori dai cinque continenti che ancora oggi, ogni 12 novembre, festeggiano l'anniversario di fondazione. Il compleanno ufficiale dell'hip hop, secondo molti. Il movimento nasce da una sorta di riforma delle gang di strada, di cui lo stesso Bam, ex Black Spade, faceva parte: a portare il giovane sulla strada dell'impegno sociale sono prima la morte dell'amico di infanzia Soulski e poi un illuminante viaggio in Africa, dopo il quale Kevin cambia il nome in Afrikaa Bambaataa Aesim (preso a prestito da un guerriero Zulu del diciannovesimo secolo). Ossessionato dalla ricerca del beat perfetto, Bam esordisce nel campo della produzione discografica nel 1980 con "Zulu Nation Throwdown" con il gruppo Soul Sonic Force e dopo l'accordo con la label Tommy Boy, nel 1982, pubblica i primi lavori pesanti da solista col moniker Afrika Bambaataa and the Soul Sonic Force: il singolo "A Jazzy Sansation" e soprattutto "Planet Rock". Registrata con l'aiuto del producer-guru del dancefloor Arthur Bake, la superhit del 1982 miscela basi hip hop con l'elettronica d'autore di "Trans-Europe Express" dei Kraftwerk, Captain Sky e sample tratti dalle colonne sonore di Ennio Morricone e lancia l'annata d'oro della drum machine Roland TR-808. Bambaataa organizza anche il primo tour hip hop europeo, portando sul palco una grande jam composta da MC, DJ, dancer della Rock Steady Crew e writer, tra cui il prodigioso Fab 5 Freddy.
Lo stile eclettico e ipercinetico di Bam finisce con l'influenzare pesantemente molti generi di musica elettronica e dance music contemporanei - dalla techno di Detroit al Miami Bass passando per la house di Chicago - e nel 1984 Bam pubblica "World Destruction", con il moniker di Time Zone, in coppia con Johnny Rotten, ex membro dei Sex Pistols. Ma nello stesso anno registra "Unity", un duetto pirotecnico con James Brown, uno degli idoli black per eccellenza, come per voler rimarcare il suo attaccamento alle radici afro. Seguono "Shango Funk Theology", pubblicato col nome di Shango, "Funk You" e l'album di debutto solista vero e proprio "Beware (The Funk Is Everywhere)". Nessuno dei cloni immediatamente successivi alla bomba di "Planet Rock" riesce a riprodurre la qualità di quel sound incredibile, tranne forse il sequel sfornato poco dopo dallo stesso Bambaataa, "Looking For The Perfect Beat", anche se è più vicino all'estetica hardcore.
I due brani sono le colonne portanti di "Planet Rock – The Album" (Tommy Boy, 1986), la compilation che raccoglie tutti gli imprescindibili singoli degli esordi, tra cui figurano anche "Renegades Of Funk" che celebra con canti tribali l'afrocentrismo, "Who You Funkin' With?" in cui compare Melle Man e "Go Go Pop" con il featuring deei Trouble Funk.
Col disco successivo, "The Light" (1988) l'etichetta Capitol subentra a Tommy Boy e i Soulsonic Force lasciano il campo alla firma Afrika Bambaataa & The Family in un disco che vede la partecipazione di molti personaggi di spicco della scena internazionale: Boy George, UB40, George Clinton e Bootsy Collins. Tre anni dopo arriva anche il terzo album di Bam, "1990-2000: Decade Of Darkness", un disco curioso, intriso di commenti sociali ma molto diverso dai lavori precedenti, in cui si alternano momenti di puro electro funk a tracce hip hop prodotte dal team tutto italiano De Point.
Per tutti gli anni novanta il Nostro continua a dedicarsi alla musica con remix e progetti sommersi nell'underground, per riaffacciarsi al mainstream nel 1997 con "Zulu Groove". E il nuovo millennio coincide con la pubblicazione del disco sopra le righe "Hydraulic Funk" e con "Looking For The Perfect Beat: 1980-1985", la migliore e più completa raccolta dei successi di questo grande mito black contemporaneo, che sono in molti a ritenere, non senza fondamento, il vero padre fondatore dell'hip hop.


LINE UP

FLAVA OF THE YEAR PLAYGROUND

H 16:00 Start:

Fundanza Family
Smiley
Localock
Drop
Hertz
Arsenico
Ale La Pazz
Crazy Kid
Kid Head
Wired Monkeyz
Jocker
Mattkilla
Kebab Flava
Funkyfalchi

h 21.00 Tavola Rotonda

*

HipHop showcase + Open Mic:

End of the weak’s mc
Hosted
Dank
Ianne
Dhap
Dj Trix
Guenda & Kyna
9to5 Academy
Vynil Scratch Orchestra
Dj 5l
Broken Fingerz
Sound Sea Hills
Bless Line Sound
Antonio Palma
Dj Drogs

*****

Room #1
-H 23.00:
Afrika Bambaataa

After The Show:
dj Afghan
dj R
Cocco


*

Room #2
Detroit 2 Chicago Room

*

www.link.bo.it
www.facebook.com/flavaoftheyear
www.facebook.com/urban925


LINK CLUB - Via Fantoni 21 - 40127 Bologna

> apertura porte ore 16:00
> tessera AICS 2013-2014 obbligatoria (8 €)
http://www.link.bo.it/tesseramento
> navetta gratuita da Piazza VIII Agosto


Punti vendita di Bologna (TICKETS E TESSERA AICS):
- Eventeria, Via Goito 6/b - 051.0493742
- Disco D'Oro UndergroundLife Bolognaa, Via Galliera 23
- Zamboni53 Store, Via Zamboni 53/c
- O dai vostri pr di fiducia.

In tutti i punti vendita Vivaticket sul territorio nazionale.
Scopri il punto vendita più vicino a casa tua cliccando qui
> http://bit.ly/punti-vendita <

***********************************************

Navetta Gratuita da Piazza VIII Agosto
Corse Andata a partire dalle 23.00 (INDICATIVAMENTE ogni 40 minuti)
Corse Ritorno a partire dalle 3.30 (INDICATIVAMENTE ogni 30 minuti)

☆Navette NightLife
Le Auto Navette Nightlife - Zeero Stress ti portano da casa al tuo locale preferito e viceversa.
CHIAMATA NAVETTA NIGHTLIFE: 342 12 15 422
www.zeerostress.it

Linea 20 – FERMATA PILASTRO – GRAZIA DELEDDA* percorrere via Larga verso il CAAB – via Arriguzzi – continuare a destra per via Fanin sino alla rotonda A.Torri, salire sul cavalcavia di via Santa Caterina di Quarto/via Bassa Dei Sassi, prima via a destra VIA FANTONI

GUARDA QUI IL PERCORSO: https://goo.gl/maps/ocuvH

Guarda qui gli orari: http://www.tper.it/content/linea-20-san-biagio-casalecchio-di-reno-pilastro

Per il ritorno al mattino è disponibile anche il bus Linea 14

*****************************************

Veniteci a trovare
il 17 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: