Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

C.A.( i ).N.I. in concerto

La Buca Di San Vincenzo via San Vincenzo 15, 20123, Milano, Italia
Google+

... Era de maggio e te cadéano 'nzino, a schiocche a schiocche, li ccerase rosse ...

Amiche, amici,
è quasi maggio e abbiamo in serbo una serie di delizie primaverili per i vostri palati!
Cominciamo con la prima, con cui celebriamo il veglione di questo nuovo mese:
il 30 Aprile alla Buca di San Vincenzo (via San Vincenzo 15)
solito orario (22,30)
solita birra buona e in-soliti amici ...
sorprendeteci con la vostra variegata presenza !!!!
a presto, la prossima ciliegina ...

i vostri

C.A.( i ).N.I.

COLLETTIVO ARTISTI (improbabili) NASCOSTI e INCOMPRESI
Enrico Ballardini (cordofoni, percussioni e voce clandestina),
Riccardo Dell’Orfano (fisarmonica, pianoforte, percussioni e tavoli da osteria),
Ambra Rinaldo (contrabb ... Asso e vernici),
Stefano Zaninello (chitarra triste, guitalele e voce dell’inutile speranza).

Il collettivo è formato da suonatori teatranti, alla ricerca di luoghi dove esprimere le proprie luminose espressività, regalate dalla - e relegate alla - vita metropolitana.
C.A.(i).N.I. nasce da un’idea di musica partecipata: chiunque può sentirsi un’artista improbabile nascosto e incompreso, quindi, potenzialmente, chiunque può portare il suo contributo espressivo nel collettivo.
Lo scopo di tale agglomerato (dis) umano, è quello di mettere in luce come la banalità del quotidiano vivere possa a volte diventare la più grande ispirazione per poter scrivere, suonare, realizzare qualcosa di veramente inutile. Canti randagi dimenticati dalla città che li circonda, che aspettano d’essere ascoltati per capire finalmente di cosa si sta “suonando”.v

Veniteci a trovare
il 30 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: