Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Inaugurazione mostra bi-personale di Debora Garritani e Aldo Sergio

Studio d'arte Cannaviello Via Antonio Stoppani, 15, Milano, Italia
Google+

Lo Studio d’Arte Cannaviello presenta la bi-personale dedicata ai due giovani artisti italiani
Debora Garritani e Aldo Sergio.

Debora Garritani, nata a Crotone nel 1983 si laurea all’Accademia di Belle Arti di Brera nel 2012. Vive e lavora a Milano. Le sue sono opere fotografiche, basate soprattutto sulla sua fisicità, che mettono in luce la vita intesa dall’artista come “pellegrinaggio”.
I soggetti principali sono figure femminili misteriose, spettrali, che con la loro presenza e il contesto visionario e onirico in cui sono inserite fanno riflettere sul trascorrere del tempo e sull’esistenza umana.
La poetica dell’artista, abbraccia lo studio attento della luce, accennando a un qualsivoglia caravaggismo e a un omaggio all’iconografia e alle atmosfere della pittura preraffaellita. Il supporto delle fotografie è la carta cotone, solitamente usata per la tecnica dell’acquerello, il che contribuisce a donare alle immagini un particolare effetto pittorico.

Aldo Sergio, nato a Salerno nel 1982, si è dapprima laureato in Scienze antropologiche e successivamente si è diplomato in Scenografia. Vive e lavora a Milano. I suoi lavori, olio su tela, prevalentemente di piccolo formato, uniscono elementi arcaici e contemporanei a spazi silenziosi, spesso popolati da figure umane. L’ambiente che si crea ha degli evidenti richiami surrealisti, espressi tramite accostamenti insoliti di oggetti e persone. La sua ricerca artistica attraversa l’opera pittorica di Magritte, ma la supera e la trasforma per raggiungere un risultato personale composto da elementi e situazioni che affondano le loro radici in simbolismi anacronistici e sobrietà minimalista.

Veniteci a trovare
il 15 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: