Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Memory Access

Villaggio della Salute Più Via Tassinara 6, Monterenzio BO, Italia
Google+

con Upadhi Veet Rita

Parte I : dalle ore 10.30 del 28 giugno alle ore 13.00 del 2 luglio

Parte II : dalle ore 16 del 2 luglio alle ore 17 del 6 luglio

Si può partecipare a tutto il Training o ai due moduli separatamente.

LO STORICO
Partecipando ad un lavoro con Mathew Appleton , Anurag intuisce la possibilità di elaborare il lavoro sulle dinamiche ombelicali nell’OPH (Osho Prana Healing) e lo condivide con Upadhi che ne rimane entusiasta.
Nell’applicazione ed ottimizzazione del lavoro, Upadhi immediatamente intuisce di poter lavorare anche sugli altri due cervelli, il cuore e la testa e di come questo può aggiungere spazio e liberazione al processo ombelicale.

Si accorge infatti, come possano essere rilasciate altre memorie che appartengono sia all’inconscio collettivo che a quello personale. Queste memorie non hanno a che fare con il periodo prenatale ma con il periodo di nutrimento, sia fisico che affettivo ed anche con degli strati di condizionamento attorno al concetto d’amare, all’apertura, alla gioia ed al bilanciamento tra maschile e femminile.

Per quanto riguarda il bilanciamento tra maschile e femminile, entriamo nella sfera di profonde e antiche concezioni che ancora possono guidare il nostro modo di vedere ed intendere la vita, le relazioni interpersonali ed il nostro rapporto con il divino.

Anurag ed io lavoriamo in quest'ottica praticando le tecniche per più di un anno, esplorando e perfezionando il lavoro e riusciamo ad elaborare un training con il quale si può accedere e sciogliere le memorie cellulari.

IL TRAINING
Accedere alle memorie cellulari vuol dire portare una profonda pulizia e guarigione alle tematiche di relazione e prima di tutto la nostra relazione con l'intimità, con il nutrimento, con l'abbondanza e con certe idee che abbiamo di noi stessi.
In questo training visiterai il vissuto dei 9 mesi nella pancia della mamma, quando eri uno con lei, in quel periodo che fa da ponte tra l'indistinto e la forma in cui siamo e che contiene le memorie dell'essere tutt’uno con l'universo. In quel periodo sono accadute molte cose ed alcune di queste sono rimaste come un programma dentro di noi. Questo training ti aiuta a scoprirle in un’atmosfera estremamente sottile e delicata.
Accedere a queste memorie può portare un rilassamento profondo delle dinamiche di giudizio, ad una comprensione del loro funzionamento ed a un successivo distacco da esse e può anche essere una via di accesso alle memorie di fusione con il tutto che abbiamo sperimentato nel grembo materno.
Questo processo ti porterà ad aprirti sempre più alla dimensione gioiosa dell’amore e farà espandere la tua energia in modo rilassato.
Risentirai così quella connessione con la natura e con la Vita, quel senso di gioia che dava leggerezza, gusto e semplicità alla vita!
1. L’ombelico, il primo cervello
La tecnica sull’ombelico si richiama a quella di Matthew Appleton del Craniosacrale Biodinamico che ci ha permesso di elaborarla e presentarla dal punto di vista dell’ O.P.H.

L'ombelico è e rappresenta il nostro centro di connessione fisica con il mondo, ed è dall’ombelico che siamo stati nutriti dalla madre.

2. Il cuore, il secondo cervello
Il cuore è il centro da cui abbiamo ricevuto il nutrimento attraverso il seno materno, è sul cuore di nostra madre e di nostro padre che siamo stati portati “in braccio”.

L’amore è ciò che tutti, in una forma o nell’altra continuiamo a cercare, per il quale ed in funzione del quale, agiamo e ci muoviamo nella vita.

Accedere alle sue memorie apre una porta verso un bilanciamento delle energie maschili e femminili insite in noi.

Ci apre ulteriormente al contatto con la sorgente dell’amore e, quindi, a possibili rilasci delle tensioni che abbiamo accumulato attorno all’amare.

Può portare a sentire sempre più gioia nell’amore inteso come dimensione e ad un’espansione rilassata della nostra energia.

Veniteci a trovare
dal 28 giugno al 6 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: