Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

"L'onda dell'incrociatore" 13-16 maggio alla Sala Bartoli

Teatro Politeama Rossetti viale XX Settembre, 45, Trieste, Italia
Google+

Dopo il grande successo estivo che ha fatto registrare il tutto esaurito...
ritorna

L'Onda dell'incrociatore
presso la Sala Bartoli al Teatro Stabile del Friuli - Venezia Giulia

dal romanzo di Pier Antonio Quarantotti Gambini
riduzione ed adattamento teatrale
di Maria Grazia Plos e Maurizio Zacchigna
regia di Maurizio Zacchigna

con
Massimiliano Borghesi
Elke Burul
Roberta Colacino
Adriano Giraldi
Maria Grazia Plos
Paola Saitta
Maurizio Zacchigna
Lorenzo Zuffi
voce registrata di Guido Penne

«L’onda dell’incrociatore – scrive Tullio Kezich a proposito del romanzo dello scrittore triestino Pier Antonio Quarantotti Gambini – si può considerare come una foto di gruppo scattata alla vigilia di una serie di catastrofi; ed è fatale chiedersi, arrivati alle pagine finali, che cosa accadrà dopo a protaganisti e comprimari». Parte da quest’intuizione la riscrittura teatrale che Maria Grazia Plos e Maurizio Zacchigna hanno concepito per la messinscena dell’opera, avvenuta con ottimo esito quest’estate nell’incantevole scenografia naturale della terrazza della Società Triestina della Vela. Lo spettacolo approda ora alla Sala Bartoli, in un’edizione invernale che lascia inalterato il bravo cast e ricorre invece alle nuove tecniche della scenografia virtuale per evocare la magia del panorama della Sacchetta, dove – si immagina – faccia ritorno da chissà quale esistenza trascorsa, il protagonista del romanzo, Ario. Davanti a quel mare, Ario ricorda e il suo teatro della memoria si popola dei personaggi e delle storie del suo passato: gli amici con cui aveva trascorso l’infanzia sui pontoni galleggianti ormeggiati in Sacchetta, la madre, la sorella Lidia, il rivale Eneo, sé stesso bambino… L’uomo sembra cercare in tale dimensione emotiva un’assoluzione da qualcosa di ancora non rivelato. La piéce, avvincente e poetica, è diretta da Maurizio Zacchigna, anche interprete assieme ad una compagnia di professionisti triestini – riuniti nella Casa del Lavoratore Teatrale – che seguono un percorso artistico interessante. Sarà un piacere per il pubblico apprezzarne le doti nell’ambito della nuova stagione dello Stabile.

http://www.ilrossetti.it/scheda_altripercorsi.asp?RecordID=4801&path=3#sthash.Z8PT1v9C.dpuf

musiche a cura di Carlo Moser
scenografia Federico Cautero e Stefano Vidoz
disegno luci David Fischer
costumi Cesi Vintage
sarta Eleni Gunalachi

Si consiglia di prenotare
presso la biglietteria del Teatro al numero 040 3593511
o su VivaTicket
al numero 892.234
o al seguente link
http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[evento]&id_evento=1175660

Veniteci a trovare
dal 13 al 16 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: