Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Ricordo di Arnoldo Foà

Cinema Multisala Massimo Viale Lo Re, 3, Lecce LE, Italia
Google+

Multisala Massimo, sala 3, h.21:00
Pamela Villoresi legge Pericolo di vita di Arnoldo Foà
Rocco Capri Chiumarulo legge Lamento per Ignacio Sánchez Mejías di Federico García Lorca sarà presente Anna Procaccini Foà

------------------------------------------------------------

PAMELA VILLORESI

voce recitante in

PERICOLO DI VITA

di Arnoldo Foà

adattamento e mise en espace di cosimo damiano damato

Arnoldo Foà non è stato solo un grande attore ma anche un originale drammaturgo e fine scrittore. Dai suoi archivi è stato ritrovato un racconto scritto nel 1949 pubblicato sulla rivista L’Elefante. Pericolo di vita è una storia visionaria permeata dal quel guitto civile poetico ed irriverente che caratterizza la scrittura del Maestro del teatro italiano. Foà narra di un viaggio dantesco nell’al di là, un invito a guardare la vita negli occhi, donandole quei valori sacri e puri. Questo racconto ha il ritmo di un bolero, la musicalità delle parole, i tempi della storia avvolgono, coinvolgono, sconvolgono e travolgono. Una gran bella pagina di letteratura ritrovata che vive grazie alla voce densa ed intensa di Pamela Villoresi che con Foà ha condiviso il palcoscenico.

-----------------------------------------------------------

A seguire la proiezione di:

"Pretexto Andaluso" di Letizia Lamartire - con l'amichevole partecipazione in voce di Arnoldo Foà

Italia – 2012 – 35mm – colore – 8’

Regia: Letizia Lamartire

Liberamente tratto da Nozze di sangue di Federico García Lorca

Ispirato allo spettacolo teatrale Pretexto andaluz di Rocco Capri Chiumarulo

Fotografia: Diego Magrone

Montaggio: Lamì

Voci: Arnoldo Foà, Rocco Capri Chiumarulo, Anna Garofalo, Federica Garofalo

Interpreti: Antonio Boezio, Maria Stella Cassano, Justy De Venuto, Giacomo Dimase, Roberto Fatiguso, Teresa Vallarella, William Volpicella, Federica Garofalo, Riccardo Dimase, Daniela Falagario, Nicola Napoletano, Stefano Siciliano

Produzione: Terrae, Unika Produzione

SINOSSI
La più dolorosa fra le tragedie del “poeta dell’Alhambra” riconsegnata da una sequenza di flashback radicati nelle campagne di un Mezzogiorno magico e stregato.
La geometria dei coni e dei muretti a secco è il pretexto che racconta un destino di sangue, deciso fatalmente dalle forze soprannaturali che regolano l’universo di Federico. Le stesse che, dalla scrittura lorchiana, emergeranno potenti per dare voce al film: i boscaioli, il mendicante, la luna, la bambina…
Tutto, il giorno delle nozze. In Puglia, come in Andalucía. Forse, alle cinque della sera.

E ANCORA LA PROIEZIONE DI

"Io Sono il Teatro" Arnorldo Foà raccontato da Foà di Cosimo Damiano Damato

Italia – 2011 – colore – 54’


Regia: Cosimo Damiano Damato

Sceneggiatura: Cosimo Damiano Damato, Marcello Corvino da un’idea di Anna Procaccini

Cinematografia: Irene Bufo

Montaggio: Gianni Galantucci

Musica Originale: Valentino Corvino, Roberto Procaccini

Produttore: Marcello Corvino

Produzione: Promo Music – Corvino Meda Editore, Cinecittà Istituto Luce



SINOSSI

Io sono il teatro è un viaggio nella memoria del vissuto artistico e umano del grande attore, regista e commediografo Arnoldo Foà. Il Maestro racconta se stesso. Seduto dalla poltrona di casa sua rivede alla tv tutto il suo teatro e lo commenta, con il piglio di sempre fra ironia, poesia e impegno civile. Un viaggio che racconta per immagini anche tutto il teatro italiano, di cui Foà è stato ed è la vera anima. Il Maestro ci fa sedere in prima fila davanti al suo palcoscenico e ci rivela aneddoti e ricordi legati agli spettacoli portati in scena: da Pirandello a Baricco. Non solo contributi video inediti degli spettacoli, ma anche le sue celebri dizioni di poesia, da Dante a Neruda. Fra le immagini inedite anche il suo ritorno a Ferrara per un omaggio a lui tributato. È proprio nella città emiliana che Foà nasce nel 1916 da una famiglia di origine ebraica. Un racconto emozionante che vede il giovane Arnoldo trasferirsi a Roma, dove frequenta per qualche tempo il Centro Sperimentale di Cinematografia. Costretto ad abbandonare il Centro nel 1938 in seguito alla promulgazione delle leggi razziali, per diversi anni lavorerà come attore sotto falso nome, e solo dalla fine della guerra diventerà Arnoldo Foà, uno dei protagonisti del Teatro italiano del ’900. Un grande racconto di vita e di spettacolo di un uomo che ha saputo essere continuità fisica fra palcoscenico e vita.

800



ARNOLDO FOÀ

Attore, regista e commediografo, tra i più importanti in Italia.

Ha interpretato più di 100 films e ha lavorato con famosi registi italiani e internazionali (Pietro Germi, Alessandro Blasetti, Giuliano Montaldo, Orson Welles, Joseph Losey, Edward Dmytryk, Christian Jacques, Alessandro D’Alatri, Ettore Scola). Nastro d’Argento 2004 per Gente di Roma di Ettore Scola.

Intensa e prestigiosa la sua attività teatrale. Ha portato sulle scene spettacoli di autori sia classici che contemporanei, con registi come Visconti, Strelher, Menotti, Ronconi, e con regie sue. Oltre a opere di Shakespeare, Pirandello, Aristofane, Checov, Plauto, Caldwell, O’Neill, ha rappresentato anche commedie e drammi suoi. È anche regista di opere liriche.

Celebri le sue dizioni di poesia, delle quali sono state realizzate registrazioni in vinile negli anni ’60 (Disco d’oro per le poesie di Garcia Lorca), recentemente anche su cd. Il suo nome è legato ad alcune delle più importanti e famose produzioni della Televisione Italiana, tra cui La freccia nera, Il giornalino di Gianburrasca, Nostromo, Il Papa Buono.

Arnoldo Foà è inoltre pittore, scultore, giornalista e scrittore. Ha pubblicato per Gremese Recitare. I miei primi 60 anni di teatro; per Pellicanolibri due romanzi, La costituzione di Prinz e Le pompe di Satana, e una raccolta di poesie, La formica; per Corbo Editore Joanna Luzmarina; infine per Sellerio Autobiografia di un artista burbero.



Attore, regista e commediografo, è stato inoltre pittore, scultore, giornalista e scrittore. Ha lavorato in più di 100 film con famosi registi italiani e internazionali (P. Germi, A. Blasetti, G. Montaldo, O. Welles, J. Losey, E. Dmytryk, C. Jacques, A. D’Alatri, E. Scola). Ha portato sulle scene autori sia classici che contemporanei, con registi come Visconti, Strelher, Menotti, Ronconi, e con regie sue. Oltre a opere di Shakespeare, Pirandello, Aristofane, Checov, Plauto, Caldwell, O’Neill, ha rappresentato anche commedie e drammi suoi. È anche regista di opere liriche. Celebri le sue dizioni di poesia, il suo nome è legato ad alcune delle più importanti e famose produzioni della tv italiana.



FESTIVAL

2011 Fest Int del Film di Roma – L’Altro Cinema / Extra: Evento Speciale

Veniteci a trovare
il 30 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: