Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

C'è ancora vita sulla costa orientale? Onion Square - IT Festival

La Fabbrica del Vapore Via Procaccini 4 / Via Luigi Nono 7, Milano, Italia
Google+

Per IT Festival Onion Square presenta un primo studio
del nuovo progetto “C’è ancora vita sulla costa orientale?”

Dove: Fabbrica del vapore c/o Studio Azzurro
Via Procaccini 4, 20154

Quando: Venerdì 2 maggio ore 23.15 e Sabato 3 maggio 21.45

Un progetto di Fernando Coratelli
Regia di Luca Busnengo
Con Alberto Barbi, Luca Busnengo, Sara Paganelli,
Alessia Pratolongo, Lara Quaglia, Margherita Remotti.


“C’è ancora vita sulla costa orientale?” è un’opera aperta, modulare, un work in progress:quarantacinque scene ispirate a altrettanti quadri di Edward Hopper.
I personaggi (dodici principali) intrecciano relazioni e amori fra loro, narrano vicende di un Occidente al capolinea negli affetti, nei valori borghesi tradizionali, nel lavoro. Ogni scena termina appunto visivamente in un quadro di Hopper. Il fil rouge che lega le vicissitudini dei personaggi risiede in una speranza: quella di un futuro migliore, un sole dell’avvenire in cui però i protagonisti dell’opera nel suo complesso non saranno mai in grado di realizzare con le proprie mani, e si affideranno così sempre al sogno che il sorgere del sole del giorno successivo porti con sé una rivalsa, un riscatto.
“C'è ancora vita sulla costa orientale?” è il primo tentativo di opera seriale teatrale, gli stessi quadri avranno diverse interpretazioni, e tutti insieme formeranno un’unica storia. Tuttavia le scene e i quadri potranno essere smontati e rimontati a formare filoni a se stanti, storie sottotraccia che racconteranno storie parallele e coincidenti.

Per IT Festival Onion Square presenta tre dei quarantacinque quadri, in un vero e proprio work in progress:

“Lo sgarbo” (con Sara Paganelli e Alessia Pratolongo) narra di una relazione lesbo perduta nelle pieghe del tempo, finché una delle amanti avanza una richiesta particolare. progress con la regia di Luca Busnengo.
“L’ineluttabile” (con Lara Quaglia e Alberto Barbi) è la vicenda di un tradimento immaginato e temuto, una gelosia ai limiti del patologico che poggia su qualcosa di reale.
“L’appuntamento”(con Margherita Remotti e Luca Busnengo) è la storia di un amore finito, un lutto mai elaborato, l’attesa che il sole sorga a Est e spazzi via ogni paura.


I quadri di Hopper che alla fine i personaggi fermeranno sono:
“L’ineluttabile” – Second Story Sunlight, 1960.
“Lo sgarbo” – Chop Suey, 1929.
“L’appuntamento” – Eleven A.M., 1926.V

Veniteci a trovare
il 2 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: