Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

FRAGOLE ROSSE E PARTIGIANE

Casa del Popolo Parma via Stanislao Solari 15, Parma PR, Italia
Google+

Le fragole fanno bene alla Memoria!


Raccolta fondi in sostegno della sottoscrizione popolare "Siamo tutti partigiani" lanciata dal Centro Studi Movimenti di Parma.


Per tutto il mese di maggio, ogni sabato mattina, dalle 10 alle 12:30, presso la sede di Rifondazione Comunista in via Solari 15 a Parma, sarà possibile acquistare confezioni di rosse fragole e ciliegie.

Il ricavato sarà devoluto interamente al Centro Studi Movimenti che da due settimane sta raccogliendo fondi per una ricerca storica sulla guerra e la Resistenza nel Parmense.



Per approfondire
Siamo tutti partigiani
Facciamo la storia
http://www.csmovimenti.org/it/siamo-tutti-partigiani-2/


Il video della presentazione su TV Parma:
http://www.gazzettadiparma.it/video/183215/Gambetta-presenta--Siamo-tutti-partigiani.html


Cos’è?
È un progetto per una ricerca storica sulla guerra e sulla Resistenza nel Parmense che verrà pubblicata in volume il prossimo aprile 2015, finanziata e sostenuta tramite una sottoscrizione popolare

Perché una ricerca?
Perché per Parma e la sua provincia ancora non esiste una storia che sappia raccontare i fatti accaduti tra il 1940 e il 1945 nella loro interezza e complessità. Abbondano le ricostruzioni su piccole comunità, singoli eventi o personalità ma lo studio più ampio (che, se non altro, abbraccia l’intero territorio provinciale) rimane quello dell’ex comandante Leonardo Tarantini del 1978 che però, figlio dei tempi e dell’ambiente partigiano che l’hanno prodotto, affronta la Resistenza solo nella sua dimensione militare e tralasciandone gli aspetti sociali, etici e culturali.

Perché una sottoscrizione popolare?
Abbiamo scelto di non affidarci ai tradizionali finanziamenti della politica istituzionale o dei privati perché crediamo che, a 70 dagli eventi e con i processi di delegittimazione che la Resistenza e l’antifascismo hanno subito negli ultimi anni, mantenere viva la memoria di quel passato – e dei valori che da esso sono fortunatamente divenuti dominanti nella nostra società – sia compito di tutti.
Se non vogliamo perderla, non possiamo lasciare la memoria antifascista alle celebrazioni rituali, ogni anno più stanche e distanti.

Il nostro appello
La memoria antifascista non solo ci appartiene ma ci riguarda.
Il nostro appello è un modo per riattivare un’assunzione di responsabilità in tutti noi, un farci carico di una storia che non vogliamo perdere. E, per questo, dobbiamo poterla conoscere.
Chiediamo dunque alla città di contribuire inviandoci foto, documenti, lettere, diari, memoria, scritti; e chiediamo di sottoscrivere per aiutarci a tradurre quella storia in un libro che renderemo disponibile ad aprile 2015

Centro studi movimenti

Veniteci a trovare
il 3 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: