Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Responsabilità sociale d'impresa nel contesto g-locale

Fandango Incontro via dei Prefetti n.22, Roma, Italia
Google+

Le articolazioni territoriali di Amnesty International Italia (gruppo 001 e gruppo 056) e l'Associazione A SUD presentano mercoledì 14 maggio 2014 ore 17,30 presso Fandango Incontri (Via dei Prefetti, 22 – Roma) un dibattito sul tema della responsabilita sociale d'impresa nel contesto G-locale. Interverranno Antonio Marchesi – Presidente di Amnesty International Italia, Lucie Greyl dell'Associazione A SUD e Andrea Masullo, docente di Fondamenti di Economia Sostenibile presso l'Università di Camerino. La globalizzazione economica contemporanea ha generato il dilatamento del concetto di causa-effetto delle azioni individuali e collettive. L’Italia è sede di un’importante azienda multinazionale petrolifera come l’Eni e di altre aziende il cui operato si ripercuote sulla vita di ampie fasce di popolazione, anche in luoghi molto lontani dal paese. Nel caso dell’Eni, ad esempio, l’area del Delta del fiume Niger in Nigeria. Imporre alle multinazionali italiane il rispetto dei Diritti Umani è uno dei 10 punti della campagna “Ricordati che devi rispondere” che Amnesty International ha lanciato prima delle elezioni politiche 2013. A SUD è un’associazione italiana indipendente nata nel 2003 che promuove, sostiene e accompagna processi sociali tanto nei Sud del mondo quanto in Italia, partecipa attivamente a percorsi diretti alla difesa dei beni comuni e dei territori, alla riconversione produttiva ed energetica, alla giustizia ambientale e sociale verso la costruzione di una idea diversa delle relazioni sociali, economiche e politiche. È necessario colmare i vuoti di legislazione e di controllo sull’operato delle imprese multinazionali, che attualmente non sono chiamate a rispondere delle loro operazioni e agiscono in una sostanziale impunità. Gli stati nel cui territorio le imprese hanno sede dovrebbero adottare misure normative applicabili alle aziende con effetti extraterritoriali, tali da imporre il rispetto dei diritti umani in tutti i paesi nei quali queste operano e l’adozione, nelle loro operazioni, delle misure necessarie alla salvaguardia dei diritti umani, tra cui una regolare valutazione, anche preventiva, dell’impatto delle operazioni sui diritti umani.

Veniteci a trovare
il 14 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: