Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Cineforum a Lettere: "INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO"

Facoltà Di Lettere E Filosofia.p.zza Brunelleschi Piazza Brunelleschi, Firenze, Italia
Google+

Ricomincia il cineforum a lettere!

dalle 19 aperitivo di autofinanziamento
dalle 21 proiezione di "INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO", vincitore del premio oscar come miglior film straniero nel 1971, diretto da Elio Petri e interpretato dal grande Gian Maria Volonté.

Per quanto si trattasse di un film complesso, denso di riferimenti culturali e artistici (da Bertolt Brecht a Wilhelm Reich, da Karl Marx a Franz Kafka, dal thriller politico all'americana al grottesco), che furono forse maggiormente recepiti all'estero, l'accoglienza del film in Italia fu fortemente condizionata dai recenti avvenimenti politici interni.

Uscì nelle sale nel gennaio 1970 a ridosso della strage di piazza Fontana, della morte violenta dell'anarchico Giuseppe Pinelli e dell'arresto di Pietro Valpreda. Accompagnato dal divieto ai minori di 16 anni, era in forte odore di un imminente sequestro, richiesto da alcuni dirigenti della questura di Milano, che avevano lasciato la proiezione prima della fine. La sua sola uscita era stata salutata da Giovanni Grazzini, sulle colonne del quotidiano italiano Corriere della Sera come «[...] un importante passo avanti verso una società più adulta, tanto più sicura di sé e della democrazia da potersi permettere di criticare istituti tenuti per sacri [...]». Ugo Pirro ricorda: «Ci avevano detto che saremmo finiti in carcere: era una tale bomba.»

Veniteci a trovare
il 8 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: