Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Stratigrafie

Galleria Gallerati via Apuania 55, Roma, Italia
Google+

Stratigrafie

Pio Tarantini
Stratigrafie
6 maggio - 20 giugno 2014
Inaugurazione (alla presenza dell’artista):
martedì 6 maggio 2014, ore 18.30 - 21.30

Carlo Gallerati è lieto di presentare Stratigrafie,
una mostra personale di Pio Tarantini
a cura di Valentina Trisolino.

“La parola ‘stratigrafie’ evoca nella mente una sovrapposizione di immagini che, inspiegabilmente, si legano l'una all'altra. Più o meno consapevolmente il cervello elabora il nostro vissuto, il passato e il presente, rendendo visibile agli altri chi siamo, quali sono i nostri gusti e i nostri pensieri. Il contenuto della mente di ogni singolo viene a fondersi con l'universale diventando in questo modo fruibile e comprensibile a tutti.
E le immagini di Pio Tarantini presenti in mostra riflettono in sé questo aspetto. Oltre a essere fortemente rappresentative del mondo dell'autore, del suo passato e del suo presente, finiscono per evocare qualcosa del nostro vissuto: come la materia di un sogno, schiudono al nostro sguardo ricordi sopiti nei meandri della nostra mente. Il forte elemento evocativo, che è una delle caratteristiche più forti della fotografia, qui si esprime al massimo della sua potenza. Il sapiente utilizzo della luce, crepuscolare e nostalgica, aumenta la carica simbolica e onirica creando immagini di grande bellezza e armoniosa composizione.
Una tecnica, quella della sovrapposizione di diversi fotogrammi, che Tarantini ha già precedentemente utilizzato (Il passato e i pensieri, 1985) e dunque cara all'autore che nella sua ricerca artistica è passato dalla rappresentazione più realistica e diretta della realtà a uno studio più introspettivo e concettuale. Allo stesso modo è di grande interesse l’indagine sul mosso nella rappresentazione della figura umana che l'artista e studioso porta avanti da molto tempo (Studi sul mosso, 2002; L'ombra del Vero, 2003; Imago, 2008).
Come in Francis Bacon, senza però quella carica distruttrice che traspare dalle opere del pittore irlandese, le figure incompiute e quasi deformate celebrano il senso della precarietà della vita umana e della sua condizione esistenziale in rapporto all'ambiente. Molto interessante è infatti l'analisi che l'autore fa della figura, in particolare femminile, nel contesto in cui viene a calarsi. Aperto o circoscritto, il paesaggio dialoga con la nudità femminile la quale, come una moderna Venere, si apre agli elementi presenti intorno a sé.
Nel suo complesso, questa ricerca dà il senso di ciò che è oggi l'autore, l'artista e lo studioso: un'anima in costante esplorazione di se stesso, degli altri e del senso possibile della nostra vita.” (Valentina Trisolino)

Pio Tarantini è nato a Torchiarolo, nel Salento, nel 1950 e ha compiuto studi classici a Lecce e poi in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano, città dove vive e lavora dal 1973. Esponente di spicco della fotografia contemporanea italiana in quanto autore e studioso, ha realizzato molti lavori esposti dal 1982 in sedi pubbliche e gallerie private e recensiti su importanti pubblicazioni (quotidiani, riviste d’arte e di fotografia) sia in Italia che all’estero. Ha pubblicato numerosi cataloghi e volumi monografici, e svolge attività didattica sul linguaggio fotografico; attualmente insegna Fenomenologia degli Stili presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Dal 1987 scrive articoli e saggi di fotografia per numerose riviste; ha pubblicato Fotografia. Elementi fondamentali di linguaggio, storia, stile, un manuale di linguaggio e storia della fotografia.



Pio Tarantini
Stratigrafie
A cura di Valentina Trisolino
Galleria Gallerati (Via Apuania, 55 – I-00162 Roma – Tel. +39.06.44258243 – Mob. +39.347.7900049)
Inaugurazione: martedì 6 maggio 2014, ore 18.30-21.30
Fino a venerdì 20 giugno 2014 (ingresso libero)
Orario: dal lunedì al venerdì: ore 17.00-19.00 / sabato, domenica e fuori orario: su appuntamento
Mezzi pubblici: bus: 61, 62, 93, 310; metro: linea B, fermata Bologna (da P.Bologna: 400 m lungo V.Livorno o V.M.di Lando)
Ufficio stampa: Galleria Gallerati
Informazioni: info@galleriagallerati.it, www.galleriagallerati.it, www.pio.tarantini.com

Via Apuania, 55 – I-00162 Roma – Tel. +39.06.44258243 – info@galleriagallerati.it – www.galleriagallerati.it

Veniteci a trovare
il 6 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: