Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

IVAN E IL DIAVOLO - 13-25 maggio a Roma!

Teatro Belli Piazza Sant'Apollonia 11/A, Roma, Italia
Google+

Dal 13 al 25 maggio al Teatro Belli di Roma, dopo il successo milanese della scorsa stagione, arriva il nuovo capitolo del percorso dostoevskiano della compagnia I DEMONI!

progetto e regia Alberto Oliva e Mino Manni
con Mino Manni e Alberto Oliva
costumi Marco Ferrara
assistente alla regia Silvia Marcacci
luci Alessandro Tinelli

Dopo il successo della Confessione, i Demoni continuano il loro personale percorso dostoevskijano affrontando un capitolo tratto dall'ultimo e forse massimo capolavoro dello scrittore russo, che nell'adattamento di Alberto Oliva e Mino Manni prende vita muovendosi al confine tra la realtà e l'allucinazione, per sondare le radici del male.

Il giovane Ivan, interpretato da Alberto Oliva all'esordio come attore dopo i recenti riconoscimenti ottenuti alla regia (Premio Sipario 2012, Premio Pirandello 2012), si confronta con il lato oscuro della propria anima, interpretato da Mino Manni alle prese con un diavolo sorprendente e imprevedibile, in un dialogo estremo, di straordinaria potenza verbale: "Il diavolo e Dio sono sempre in lotta tra loro, e il campo di battaglia è il cuore dell'uomo".

Che la cultura russa sia dominata dall’inquietudine e dalla continua riflessione sul bipolarismo che domina l’animo umano, è un dato di fatto.
La messinscena di Ivan e il diavolo punta a sottolineare la dimensione del contrasto, del conflitto, degli opposti che si incontrano e collidono quando non possono più essere tenuti distanti. Ci troviamo in un ambiente degradato, logoro e sudicio, come a dare una rappresentazione esterna dell’anima di Ivan: un bagno che dovrebbe fungere da luogo della purificazione e della pulizia e che, al contrario, è più sporco di una latrina pubblica, abbandonato al degrado.
Il testo affronta il tema dell’ingiustizia del male, l’orrore di vedere l’innocenza dei bambini – vittime inermi – costretta a pagare la perversione che, in molti uomini, ha la meglio sul loro lato umano; ma, soprattutto, l’orrore che nasce nell’uomo quando comprende che il male in sé è seducente nonché endemicamente parte del proprio essere.

Veniteci a trovare
dal 13 al 25 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: