Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

IL RACCONTO DEL VILLAGGIO a CASA BAINISIZZA

Mestre Venezia, Italia
Google+

Venerdì 16 maggio, ore 18.30,
CASA BAINSIZZA, via Montello 24, Mestre
Nell’ambito de “I Venerdì di Casa Bainsizza” del Gruppo di Lavoro di Via Piave

Questa Nave
IL RACCONTO DEL VILLAGGIO
di e con Francesca D’Este

E dopo diversi anni passati nel cassetto… torna IL RACCONTO DEL VILLAGGIO!

E torna in un luogo particolarmente adatto a ospitarlo: Casa Bainsizza di Mestre, la casa che il Gruppo di Lavoro di Via Piave ha trasformato da stabile diventato fonte di degrado in una struttura aperta alle esigenze di incontro della cittadinanza.
Perché crediamo sia un luogo particolarmente adatto per IL VILLAGGIO? Perché lo spettacolo che Francesca D’Este mise in scena nel 2005, attraverso le vicende di UN quartiere popolare, racconta più in generale la storia DEI quartieri popolari.
Michele Casarin, all’epoca direttore della Biblioteca di Mestre, lo definì “una pagina di storia su come si è formata Mestre”. E’ il racconto di come i quartieri popolari si sviluppino per necessità e come influenzino la vita di chi li abita, un’esperienza comune a molte città italiane che hanno visto uno sviluppo urbano improvviso grazie alla legge Fanfani.
L’urbanistica organizza il territorio, ma le città sono abitate da uomini, e – come scrive Italo Calvino – ‘le città costruite dagli uomini hanno gli stessi difetti degli uomini’.
Chi veniva da Venezia si trasferiva da una “metropoli”, chi veniva dalla campagna si trasferiva in una “metropoli”; cambiavano l’impatto visivo, i riferimenti, le abitudini, la velocità. Il racconto infatti è un pezzetto di storia dell’edilizia popolare del dopoguerra. Viene raccontato il progetto urbanistico, ma anche l’incontro/scontro delle persone con le case, le strade e ciò che trovano quando entrano nelle nuove abitazioni: fango, servizi inesistenti, viabilità impossibile.
A distanza di tempo gli esiti sono talvolta comici: si ride, ma ci si riconosce.

Ingresso gratuito.

Veniteci a trovare
il 16 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: