Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Contro il Dl Poletti e il JobsAct: mobilitiamoci ora!

Facoltà di Scienze Politiche - Università "La Sapienza", Roma Piazzale Aldo Moro, 5, Roma, Italia
Google+

Dagli studenti e le studentesse della Sapienza un invito ai movimenti per il diritto all’abitare, ai precari, agli studenti, ai disoccupati, ai lavoratori in mobilitazione, alle reti dei lavoratori autonomi, ai movimenti per i beni comuni, e al sindacalismo conflittuale per un'assemblea giovedì 8 maggio.

Sta entrando nel vivo in questi giorni il dibattito parlamentare sul Dl Poletti, ovvero la prima parte della riforma del mercato del lavoro da parte del Governo Renzi, il famigerato Jobs Act. Obiettivo del Jobs Act è portare a termine il processo iniziato vent'anni fa con il Pacchetto Treu. Nel pieno della crisi economica e finanziaria, dopo aver travolto anche quello che restava del lavoro garantito, viene definitivamente rimosso, di fatto, ogni argine alla precarietà.

Dietro le ricette per la crescita e la ripresa economica si disvelano manovre volte allo smantellamento definitivo di diritte e welfare, in nome del pareggio di bilancio e tramite il ricatto del debito

Attraverso l'estensione dell'acausalità per il rapporto di lavoro a termine, il rinnovo praticamente all'infinito dei contratti precari, l'eliminazine dell'obbligo di garantire la formazione nei contratti di apprendistato, il Jobs Act ridisegna la disoccupazione come fattore endemico, strutturale, precarizzando definitivamente le esistenze. Da questo ne consegue la formazione e l'allargamento di un esercito di riserva, fatto di lavoratori precari, senza diritti ed estremamente ricattabili.

In questo quadro, risulta fondamentale evidenziare come questo provvedimento sia direttamente connesso all'attacco portato al mondo della formazione, ristrutturato sui dogmi della valutazione e del merito, quindi della competizione, dell'aziendalizzazione e del self-management, per renderlo funzionale ad un mercato del lavoro fondato sulla precarietà e sullo sfruttamento intensivo.

E' ora di invertire la rotta: reclamare reddito universale e welfare per tutti, lottare per un salario minimo europeo, risocializzare e difendere i beni comuni. Perché non vogliamo essere sfruttati ne poveri, vogliamo redistribuire la ricchezza e attaccare rendite e profitti fatti sulla nostra pelle. Contrastare il Jobs Act è indispensabile se vogliamo strappare diritti e conquistare un futuro degno. Per farlo crediamo sia necessario creare alleanze e spazi di discussione quanto più pubblici e larghi, rivolti a chiunque si voglia opporre al Dl Poletti e al Jobs Act.

Per questo proponiamo ai movimenti per il diritto all’abitare ai precari, agli studenti, ai disoccupati, ai lavoratori in mobilitazione, alle reti dei lavoratori autonomi, ai movimenti per i beni comuni, e al sindacalismo conflittuale di incontrarci:

Giovedì 8 maggio alle ore 17,00 alla Facoltà di Scienze Politiche

Studenti e studentesse della Sapienza

Veniteci a trovare
il 8 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: