Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

18/5 Unòrsominòre. @ CellarTheory ULTIMA DATA!

Cellar Theory via Giuseppe Bonito 24, 80129, Napoli, Napoli, Italia
Google+

Si conclude il 18/5 al Cellar Theory di Napoli il tour primaverile 2014 di unòrsominòre., songwriter veronese con due dischi all'attivo (“Senza titolo” del 2009 e l'acclamato “La vita agra” del 2012) e autore dell'inno-antigenerazionale “Pezzali”, che l'anno scorso scaldò gli animi dell'indie italiano (oltre 13000 visualizzazioni su YouTube nelle prime settimane di visualizzazione) con la sua invettiva contro un certo modo superficiale e deresponsabilizzato di intendere la vita, la musica e la cultura.

La data della Capitale - che apre un "giro d'Italia" di quindici date fino a maggio - sarà l'occasione per unòrsominòre. di testare dal vivo la nuova band formata da Michele De Finis e Jonathan Maurano degli EPO e da Mauro Rosati (già al lavoro con Serena Abrami).

Già fondatore dei Lecrevisse, grunge band di culto della scena indipendente italiana dei primi anni Zero, unòrsominòre. ha pubblicato fino ad oggi due dischi: l'esordio del 2009 e "La vita agra" nel 2012, disco che nel riprendere il titolo di un celebre romanzo di Luciano Bianciardi trae anche la stessa vena disincantata e rabbiosa sulla realtà circostante.
L'album, prodotto da Fabio De Min dei Non Voglio Che Clara, ha riscosso molti apprezzamenti da parte della critica, forte di una scrittura che riprende la grande tradizione cantautorale italiana (Fossati e Gaber su tutti) e la fa incontrare con la tensione elettrica del rock degli anni '90, mentre i testi gettano uno sguardo carico di intensità civile sulla situazione italiana e le sue contraddizioni. Insomma unòrsominòre. è un songwriter senza peli sulla lingua che ama le chitarre elettriche e oppone una personale resistenza carica di pathos al declino morale italiano.

Veniteci a trovare
il 18 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: