Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

RIVOLTA-la nostra storia la raccontiamo noi!

Zero81 Napoli, Italia
Google+

Proiezione documentario "Rivolta-la nostra storia la raccontiamo noi"

Video realizzato da: M.Gibo Gibertini
Post produzione: Giorgio Lavagna, M.Gibo Gibertini, Valerio Guizzardi, T.S. GARP

Produzione: Officina Multimediale

INTERVENGONO:
M.Gibo Gibertini, Raffaele Paura, Mariella Toledo

Sinossi:

Otto ex “ragazzi del '77” raccontano la propria storia, l'impegno sociale, la militanza politica, gli stili di vita, il commosso ricordo dei compagni caduti nella Bologna dei carri armati di Cossiga e del Compromesso Storico del PCI.
Nel 1977 muore Charlie Chaplin. Con lui, per qualcuno, la possibilità di avviare un percorso gentile – umano – verso la modernità.
Nel 1977 Bologna era la politica di organizzazione extraparlamentare, dei cani sciolti, della controcultura. Era l'arte emergente del fumetto, della performance, era l'informazione rinnovata delle radio libere e delle fanzine. Era la nuova istruzione possibile nelle aule del Dams. Una città laboratorio sul margine pretecnologico di un'Italia del tutto diversa da quella di oggi.
Quella stagione – passata nei giornali, o nelle corti di giustizia, come “anni di piombo” – patisce una descrizione assolutamente riduttiva e ingiusta. Furono anni assolutamente più ricchi di politica, di utopia, di desiderio, di progetti, che non di confronto armato.
Del 1977 ne hanno parlato pressoché solo i magistrati ed i giornalisti, veloci, spesso corrivi. Obliterando quell'esplosione, quella percezione dell'esistenza da soggetti metropolitani capaci di pensare, decidere, volere, desiderare, occupare il suolo pubblico. Di attribuire importanza alla propria vita e alla propria esistenza anche fisica e corporea. Di fare politica con il proprio corpo. Di fare Rivolta.

https://www.youtube.com/watch?v=W3-s_3cPYz0

-Per la libertà di Ugo e di Salvatore!
-Per la libertà di Tutti e Tutte!

Veniteci a trovare
il 9 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: