Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

L’ARTE E’ UNA RIBELLIONE CONTRO IL DESTINO

CSU Vodnikova domačija Vodnikova cesta 65, Lubiana, Slovenia
Google+

di Cecilia Donaggio, Max Jurcev, (elisa)Betta Porro + Manolo Cocho
a cura di Maria Campitelli, Gruppo78 International Contemporary Art, Trieste

venerdì 9 maggio
20.00 opening
20.30 (circa) performance
21.00 inaugurazione mostra

Venerdì 9 maggio dalle ore 20, presso il CSU-Center sonoričnih umetnosti Vodnikova domačija di Ljubljana verrà inaugurata la mostra multimediale L’ARTE E’ UNA RIBELLIONE CONTRO IL DESTINO degli artisti italiani Cecilia Donaggio, Max Jurcev e (elisa)Betta Porro, a cui si affianca un intervento dell’artista messicano Manolo Cocho. L’innovativa esposizione, a cura di Maria Campitelli, presidente del Gruppo78 Internatinal Contemporary Art di Trieste, si aprirà con un’articolata videoperformance interattiva, una sorta di experience performance attraverso l’interazione del design nel video, nella musica e nella performing art. A seguito dell’azione performativa sarà inaugurata la vera e propria mostra di Donaggio, Jurcev e Porro che rappresenta il risultato della decostruzione visiva, sonora, spaziale e testuale della performance stessa alla quale si unisce l’intervento del messicano Cocho; l’allestimento “esplode” così all’interno degli spazi di casa Vodnik in cui è ospitata il prestigioso Centro di Arti Sonore diretto dalla sound designer Hanna Preuss. La mostra sarà visitabile fino al 5 giugno negli orari di apertura del CSU: martedì e giovedì 10-13 e 16-18, mercoledì e venerdì 10-13, sabato e domenica aperto su prenotazione, lunedì chiuso.
http://vodnikova-domacija.si/
http://www.gruppo78.it/

“La performance dal curioso titolo "L'arte è una ribellione contro il destino" è di fatto l'incontro performativo/interattivo tra tre artisti che operano in campi diversi: Cecilia Donaggio (visual design), Max Jurcev (musica) e (elisa)Betta Porro (performing art). Ad essi va aggiunto anche un altro artista visivo, il messicano Manolo Cocho, che integra il discorso con un apporto analitico/semiotico, destrutturando la parola fino al cuore della sua struttura, aprendola a significati più dilatati, per comporre ambiti espressivi interrelati con altri linguaggi.
Il titolo è un'affermazione di André Malraux e diviene il pretesto, nella sua lapidaria e apodittica proposizione, per un discorso d'intesa ed interferenza linguistica da diverse angolazioni. Percorso difficile che è partito dalla destrutturazione delle quattro parole significanti dell'assioma di Malraux per espanderle in nuove dimensioni non solo spazio temporali ma di incrocio, di interrelazione con i vocaboli di altri discorsi artistici, come appunto quello sonoro o visuale o corporeo. E che ha implicato dunque un'intensa ricerca, nell'obiettivo dell'intesa operativa, pur mantenendo ciascuno l'autonomia dei propri mezzi espressivi da condividere tuttavia, come precisa Cecilia Donaggio, in un luogo e in tempo specifico, "nell'essenziale ricerca del ritmo dell'altro".
E' un esperimento di arte interattiva che crea nello spazio-tempo quella complessità e totalità d'espressione cui ambivano già le avanguardie del secolo scorso, raggiungibili oggi grazie allo stupefacente avanzamento tecnologico. E' un racconto che nei suoni, nella destrutturazione grafica, nella proiezione di immagini, nella mobilità di un corpo vivo - in relazione e in contrasto con l'asettica immaterialità luminosa dell'immagine di sintesi - cerca corrispondenze ed interconnessioni, costruendo alla fine un evento uniformato ed unitario. Dove i linguaggi non si sommano ma s'intersecano puntando all'unicità del prodotto. E il progetto è cresciuto in sintonia con le caratteristiche spazio-architettoniche, interne ed esterne, della Casa del poeta Vodnik, a Lubiana, oggi Centro di Arti Sonore.
E dall'evento performativo, concentrato nell'intersezione linguistica, e nello sviluppo temporale, si dipartono poi delle espansioni, nelle rispettive sfere espressive, sciogliendosi in qualche modo in ulteriori esperienze interconnesse, derive che si articolano dall'esperienza vissuta insieme, occupando spazi diversi del Centro, divenendo testimonianza di percorsi aperti a nuovi arricchimenti, disponibili all'osservazione e all'intervento del pubblico.”
Maria Campitelli

CECILIA DONAGGIO visual artist + multimedia designer
Diplomata in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma e specializzata in Computer-graphics UCLA. Ha lavorato come videografica ed art-director per diverse produzioni e reti televisive nazionali, attualmente si occupa di multimedialità, comunicazione sociale e formazione, coordina il laboratorio HeadMadeLab e nel 2012 ha fondato la V-ArT multimedia design. Collabora con artisti, musicisti e architetti. La sua ricerca artistica, orientata verso la coniugazione di tecniche pittoriche tradizionali e nuovi media, dà luogo alla creazione, anche in tempo reale, di opere che associano pittura, video e musica. Dalla sua prima personale nel 1995 ha partecipato a numerose esposizioni, eventi e rassegne. Attiva dal 2009 nel GRUPPO78, ha collaborato ed è stata protagonista di alcuni eventi quali “URSUS MULTIMEDIA PROJECT” e “MARNERO” che rappresentano il superamento dei limiti dello spazio architettonico del teatro e della bidimensionalità della proiezione: intrecciando videomapping e vj set live, realizza performance in tutto e per tutto site specific.
v.art.ceciliadonaggio@gmail.com https://vimeo.com/ceciliadonaggio

MAX JURCEV electronic designer + composer
Max Jurcev, nato a Trieste, ha studiato pianoforte, dedicandosi successivamente all’attività di ingegnere elettronico e progettista software. Nel 2003 fonda con altri la Maxmaber Orkestar, gruppo internazionale balkan klezmer. E’ cofondatore del progetto fusion-elettronico SarmaBox e collaboratore in vari progetti, tra cui Rosamarina (musica tradizionale del Sud Italia) e Alhambra (danza e musica flamenco-araba). Suona la fisarmonica, l'harmonium ed è cantante, esploratore di musica elettronica e compositore. La sua ricerca elettronica si muove nella costruzione di spazi acustici e visuali, con un’attenzione rivolta alla performance live e alla trasformazione evolutiva del linguaggio musicale più tradizionale.
https://www.jurcev.it

(ELISA)BETTA PORRO performance designer + art performer
Su un altro versante si muovono invece le azioni performative di (elisa)Betta Porro, architetto e coreografa, che prendono in esame la relazione fra movimento, corpo e spazio urbano. La ricerca della Porro, tra architettura e design danza, passa fra le esperienze di teatrodanza ed il lavoro di architetto, per giungere, infine, agli ultimi lavori live sull’interazione fra visual, suono e site specific. I recenti risultati del laboratorio permanente DULab (Designdanza&Urbano Lab) restituiscono in video il primo prodotto del work in progress con“IN-BETWEEN: stream of (body) consciuousness”, ed il secondo episodio “IN-BETWEEN II”.

MANOLO COCHO visual artist
Nato a Città del Messico nel 1968, si è laureato presso la Mexican National School of Art nel 1991.
Artista visivo, lavora con fotografia, video, pittura, scultura e installazioni.
Al suo attivo ha più di trenta mostre personali ed ha partecipato a più di cento mostre collettive. Ha vinto diversi premi e borse di studio per la sua produzione artistica. Tra i quali: Grant of Mexican National System for the Arts (2012); State Grant for Art Production for the Artists with Trayectory (State of San Luis Potosi, Mexico, 2011); Grant for Publishing Art Book, National Found for Culture and Art ( Mexico, 2006); Visting Artist Grant, British Council (United Kingdom, 2002); Grant for the Young Creators of Mexico (1994).

Veniteci a trovare
il 9 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: