Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

I monumenti augustei dell’Adriatico

Libreria Feltrinelli - Pescara Via Milano, angolo via Trento 5, Pescara PE, Italia
Google+

Anno 2014, ovvero duemila anni dopo la morte di Ottaviano Augusto. L'Istituto di Studi Adriatici coglie questa ricorrenza per proporre un nuovo ciclo della formula di successo delle "Conversazioni adriatiche", incontri informali presso la libreria Feltrinelli di Pescara con studiosi delle storia e della letteratura legate a questo mare, moderati da Lorenzo Braccesi.

Venerdì 9 maggio Maddalena Bassani, archeologa dell'università di Padova parlerà dei monumenti eretti lungo l'Adriatico nel corso del principato di Augusto.


Nata a Padova il 6 marzo 1973, nel marzo 1997 Maddalena Bassani si laurea con lode in Lettere Classiche con indirizzo archeologico presso l’Università degli Studi di Padova con una tesi dedicata agli ambienti sotterranei ad uso residenziale nelle abitazioni di Roma antica (relatore prof. E. F. Ghedini). Nel dicembre del 2000 consegue la Specializzazione in Archeologia Classica presso l’Università di Padova con una votazione pari a 70/70 con lode con una tesi relativa alle problematiche afferenti alle abitazioni dell’antica Hadrumetum (odierna Sousse, Tunisia; relatore prof. E. F. Ghedini). Dal gennaio 2001 è ammessa ai corsi di Dottorato di Ricerca in Scienze Archeologiche nel medesimo Ateneo, con un progetto inerente gli ambienti e gli edifici di culto domestici in area vesuviana; consegue nella primavera del 2004 il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze Archeologiche discutendo una tesi intitolata “Erat apud Heium sacrarium… Ambienti e spazi sacri per il culto domestico in area vesuviana” (XVI ciclo, relatore prof. E. F. Ghedini).
Dal 2002 al 2004 ha un assegno di ricerca presso l’Università di Padova per un’indagine sulle strutture cultuali domestiche nell’Africa romana e nella Hispania antica (responsabile scientifico prof. P. Zanovello)
Nominata cultore della materia per Archeologia Classica, riceve nello stesso anno una borsa di studio post-dottorato presso l’Università degli studi di Padova e svolge una ricerca sugli spazi di culto privati nella Gallia romana e nelle province occidentali (responsabile scientifico prof. E. F. Ghedini). Nel 2008 conclude il contratto di ricerca per la schedatura dei manufatti connessi al passaggio della via Annia a Padova e nell’Agro orientale affidatole dall’Università degli Studi di Padova nell’ambito del Progetto “Via Annia”. Dal marzo 2009 è assegnista presso il medesimo Ateneo nell’ambito del Progetto di ricerca “Produzione, lavorazione e commercio della lana nel Veneto dall’età romana al medioevo”.
Dal 2004, presso il Consorzio Venezia Nuova, svolge attività di collaborazione per ricerche archeologiche e storico-archivistiche riguardanti alcuni siti della Laguna di Venezia (Valle Millecampi, Chioggia, Laguna sud; Canale di Burano, Treporti, Laguna nord); collabora ad attività di ricerca dello IUAV di Venezia (proff. M. Centanni, M. Vanore).

Veniteci a trovare
il 9 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: