Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

TITTARELLI – TAVOLAZZI – PISTOLESI TRIO

Bar Italia Jazz Club Corso della Repubblica, 106, Cassino FR, Italia
Google+

SABATO 24 MAGGIO il BAR ITALIA JAZZ CLUB in collaborazione con l'Associazione Culturale JAZZ E LIBERTÀ, PRESENTA questo imperdibile evento:

Don't miss it!!!

Ingresso LIBERO!!!
PRIMA CONSUMAZIONE EURO 5
Gradita la PRENOTAZIONE

||| TITTARELLI – TAVOLAZZI – PISTOLESI TRIO |||

DANIELE TITTARELLI - sax
ARES TAVOLAZZI - bass
ROBERTO PISTOLESI - drums

La stagione del jazz club cassinate chiude con un importante evento internazionale, un incontro tra generazioni musicali diverse, una contaminazione tra grandi musicisti. Il trio formato da Ares Tavolazzi al contrabbasso, Daniele Tittarelli al sax alto e Roberto Pistolesi alla batteria, propone un repertorio che spazia dalla tradizione mainstream jazz, sino ad arrivare ad includere composizioni contemporanee. Il gruppo eseguirà standards classici e composizioni originali.





DANIELE TITTARELLI

Sassofonista romano. Inizia giovanissimo lo studio del sax alto e diventa rapidamente uno dei jazzisti più attivi della nuova scena italiana. Vincitore del premio Miglior Solista al Festival di Avignone 2000. Il suo CD “Jungle Trane” è stato votato dalla critica come uno dei più interessanti degli ultimi anni. Fa parte del quartetto di Roberto Gatto (con cui ha suonato a New York nel 2005), del sestetto di Gianluca Renzi, e della PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra.



ARES TAVOLAZZI

Studia violoncello e contrabbasso al Conservatorio di Ferrara. Inizia la carriera di bassista suonando per la cantante Carmen Villani, nel gruppo beat Avengers (in cui alla batteria c’è un altro ragazzo di Ferrara, Ellade Bandini), con cui incide anche un 45 giri omonimo nel 1965 per la Bluebell (alla voce c’è Carmen Villani), oltre che partecipare a quasi tutti i 45 giri della cantante. Nel 1969 forma sempre con Ellade Bandini e con il tastierista milanese Vince Tempera il gruppo The Pleasure Machine, con cui incide cinque 45 giri nei tre anni successivi.Con gli stessi musicisti inizia a lavorare come session man nelle sale di registrazione milanesi partecipando al disco L’isola non trovata di Francesco Guccini e Terra in bocca de I Giganti; in quest’ultima occasione lega con Enrico Maria Papes. Dopo lo scioglimento dei The Pleasure Machine, entra dal 1973 al 1983 nel gruppo storico d’avanguardia AREA, rimasto senza bassista dopo la partenza di Patrick Djivas, entrato nella Premiata Forneria Marconi: insieme a Demetrio Stratos, Patrizio Fariselli, Paolo Tofani e Giulio Capiozzo, registra oltre 10 LP e partecipa a numerose manifestazioni anche internazionali. Nel medesimo periodo si avvicina alla musica jazz, frequentando l’ambiente jazzistico di New York. Nel 1978 presterà la sua opera al basso e nei backing vocals per Ufo Robot dell’ex compagno nei Pleasure Machine Vince Tempera[2], e sarà con lui coautore della prima sigla finale della serie, Shooting Star, in cui suonerà anche il basso. Continua in quegli anni l’attività di session man, suonando in alcuni dischi di artisti quali: Mina, Eugenio Finardi, Paolo Conte e continuando (anche dal vivo a partire dal 1982) la collaborazione con Francesco Guccini. Nel 1982 partecipa al tour italiano dell’orchestra di Gil Evans, con Steve Lacy e Pietro Tonolo. Sempre nel 1982 collabora all’incisione della Rock Opera “Roadissea” (Pubblicata dalla Pelo Record di Ferrara). Per tre anni consecutivi (dal 1984 al 1986) è primo in una speciale classifica dei bassisti italiani indetta da Guitar Club. Nel 1987 vince il premio A. Willaert come migliore musicista dell’anno. Dal 1990 ad oggi collabora in concerti live e registrazioni discografiche con numerosi musicisti italiani e stranieri, tra i quali: Stefano Cocco Cantini, Sal Nistico, Max Roach, Lee Konitz, Phil Woods, Mau Mau, Massimo Urbani, Enrico Rava, Stefano Bollani, Walter Paoli, Franco D’Andrea, Dado Moroni, Ermanno Maria Signorelli, Enrico Pierannunzi, Roberto Gatto, Danilo Rea, Mike Melillo, Ray Mantilla, Carlo Atti, Paolo Fresu, Tino Tracanna, Gianni Basso, Simone Graziano, Gianluca Petrella, Vinicio Capossela e molti altri. Collabora negli anni a diversi lavori teatrali componendo e suonando dal vivo (di recente Ruth e Il Cantico dei Cantici per la Fondazione Teatro di Pontedera). Ha tenuto seminari sull’improvvisazione in tutta Italia, insegnando anche in scuole jazz di Milano, Bologna, Ferrara, Rovereto. Nel 2011 assieme a Paolo Tofani, Patrizio Fariselli e Walter Paoli inizia l’AREA Reunion Tour, riproponendo gli storici brani degli AREA privi di Demetrio Stratos, elemento che non è stato volutamente rimpiazzato. L’intenzione è quella di far sentire la crescita musicale, i singoli percorsi individuali degli elementi e gli inevitabili cambiamenti, più che tentare una rimpatriata nostalgica.







ROBERTO PISTOLESI

Nel 1994 ha iniziato a prendere lezioni private con Azeglio Izzizzari, ottimo maestro che gli ha dato delle solide fondamenta fornendogli importanti indicazioni nell’apprendimento e nell’ascolto della musica, influenzandone in modo decisivo lo stile.Affermatosi presto come uno dei migliori giovani talenti della batteria ha partecipatp a numerosi festival e e si è esibito in diverse formazioni attraversando tutti i generi dal pop al rock alternativo. L’improvvisazione era però già la sua cifra distintiva e nel 1996 ha partecipato al suo primo workshop di jazz con il maestro M. Giammarco F.Sferra, G.Tommaso, D.Rea, F.Zeppetella innamorandosi del jazz senza più rimedio.

Nel 1998 ha frequenato L’Università della Musica di Roma, dove sotto la guida del maestro Ettore Mancini ha appreso con successo diversi stili arrivando a collaborare con artisti del calibro di F.Sferra, M.Dei Lazzaretti, John Arnold, Gianpaolo Ascolese. Nel 2000 ha conseguito il “diploma” della U.M. e si è trasferito a Roma iniziando a suonare con ban diverse band e cantanti all’interno di festival, club e ambienti diversi , spaziando nell’ambito del Pop e del Rock. Nel 2002 ha iniziato la sua esperienza di insegnate nella scuola di musica “Ciac”.Dal 2002 ha iniziato ad insegnare alla U.M.prioma com esupplente e poi avendo delle sue classi. Nel frattepop inizia a prendere parte a numerose jam session di cover e pezzi originali, registrandone anche alcune. Nel 2002 spartecipa al concerto de l1° maggio con la band M.I.G. di fronte a più di 800.000 persone. Nel 2004, dopo numerose esperienze decide di approfondire la sua passione per il jazz e del bebop e dell’hardbip in particolare. studiando con attenzione lo stile dei baatteristi dell’orchestra di Count Basie Sonny Payne e Jo Jones. Dal 2004 inizia a collaborare con molti dei migliori musicisti italiani entrando a far parte di diverse formazioni della capitale e collezionando presenze su presenze nei migliori club della città.,

Collaborazioni: George Garzone, Eddie Henderson, Steve Slagle, Virginia Mayhew, Steve Grossman, Joy Garrison, Bertha Hope, Kim Clarke, Rossano Sportiello, Wendell Brunious, Carol Sudhalter, Lino Patruno, David Blenkhorn’s “AUSTRALIAN ALL STARS”, Pietro Ciancaglini, Andy Gravish, Joris Teepe, Chris Crocco, Giuseppe Bassi, Joseph Lepore, Tommaso Scannapieco, Giovanni Amato, Gianluca Renzi, Marcello Rosa, Max Ionata, Sandro Deidda, Bepi D’Amato, Andrea Beneventano, Pietro Lussu, Giorgio Rosciglione, Fabio Mariani, Mauro Battisti, Ron Segun, Stefano Sastro, Niki Nicolai, Enzo Scoppa, Daniela Velli, Red Pellini’s GANG, Minnie MInoprio, Gianni Saint Just, Michael Supnick, Riccardo Biseo, “ALL TIMES ORCHESTRA” di Stefano Zavattoni, “Sefano Zavattoni Octet”, Orchestra del “BRANCO”, Carlo Atti,Emanuele Basentini, Massimo Davola, Luigi Grasso, Pasquale Grasso, “GREG” and the “BLUES WILLIES”, Agostino Di Giorgio, Giorgio Cuscito,Luca Velotti, Claudio “GREG” Gregori,Claudio Colasazza, Alberto Collatina, “ITALIAN BIG BAND” directed by Marco Renzi, Francesco Puglisi, Mauro Ottolini, Massimo Pirone, Michele Ascolese… Attualmente sta portando avanti il progetto del Roberto Pistolesi Trio con Domenico Sanna al piano e vari bassisti.



Il programma completo è visibile sul sito ufficiale del Bar Italia Jazz Club e sulla pagina facebook dell’Associazione “Jazz e Libertà”.



La programmazione prevede concerti il Sabato con inizio alle ore 22:00 e ad INGRESSO LIBERO!!!



Informazioni:
Bar Italia Jazz Club
Corso Della Repubblica 106, Cassino (FR)
uscita autostrada A1: Cassino
Tel.: 3898817023
Email: jazzeliberta@gmail.com
official website: www.baritaliajazzclub.com



Per seguirci su Twitter:
www.twitter.com/JazzeLiberta

Per seguirci su Facebook: www.facebook.com/BarItaliaJazzClub



Direttore artistico: Roberto Reale

Ufficio Stampa: Daniele Camerlengo

cell. 3285428283 e-mail: daniele.camerlengo@alice.it

Veniteci a trovare
dal 24 al 25 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: