Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Gabriele Coen - Raffaela Siniscalchi Quintet - "Ho visto Nina volare"

Alexanderplatz Via Ostia, 9, Roma, Italia
Google+

Omaggio a Fabrizio De André

Con Raffaela Siniscalchi, voce
Gabriele Coen, sax soprano e clarinetto
Leonardo Cesari, batteria
Mario Rivera, basso acustico
Stefano Saletti, chitarra, oud, bouzouki

ore 21.45

IINGRESSO euro 20
con tessera e prima consumazione inclusa
ingresso gratuito per chi prenota la cena (menu anche da 25-30 euro)


Se ancora ci fosse bisogno di dire o cantare qualcosa che ancora non sia stato detto o cantato, ecco un omaggio alla musica e alle parole di uno dei più grandi poeti del '900, Fabrizio De André. I cinque musicisti, importanti esponenti della scena jazz e world italiana si incontrano per interpretare con emozione e raffinatezza alcune delle più belle canzoni di Fabrizio De André, da quelle più conosciute (Bocca di Rosa, La Canzone di Marinella, La Canzone dell’Amore Perduto, Creuza de Ma, Un Giudice) a quelle rimaste un po’ più nell'ombra (Preghiera in Gennaio, Khorakhanè, Ho visto Nina volare), usando linguaggi diversi e solo apparentemente distanti come il jazz, la musica etnica e la canzone d’autore e nel rispetto dell'incredibile mondo poetico che De André ci ha regalato e che mai come oggi ritorna con un incredibile attualità di contenuti.

Sassofonista, clarinettista, compositore, Gabriele Coen si dedica da oltre venti anni all’incontro tra jazz e musica etnica, in particolare mediterranea e est- europea, svolgendo un'intensa attività a livello nazionale e internazionale. E’ fondatore dei KlezRoym - la più nota formazione italiana dedita alla riattualizzazione del patrimonio musicale ebraico - con cui ha inciso cinque dischi per l'etichetta CNI.
Ha composto insieme ai Klezroym le musiche per il film di Emanuele Crialese “Once we were strangers” e “A gennaio“ di Luca Calvanelli; insieme a Mario Rivera quelle per “Notturno Bus” (2007) di Davide Marengo, con Giovanna Mezzogiorno, Valerio Mastandrea e Ennio Fantastichini. Sempre nel 2007 ha realizzato, ancora con Mario Rivera, le musiche per lo spettacolo teatrale “Satyricon” di Renato Giordano, con Giorgio Albertazzi e Michele Placido. Del
2010 è la colonna sonora per “Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio”di Isotta Toso. Con il progetto “Atlante Sonoro” ha inciso nel 2004 “Duende”(CNI-RAITRADE) accolto con grandissimo favore dal pubblico e dalla critica specializzata e nel 2006 il “Alhambra” (CNI-RAITRADE). A gennaio 2009 è uscito il primo disco come Gabriele Coen “Jewish Experience”, intitolato “Golem” per ALFAMUSIC, distribuzione EGEA. Dal 2010 Gabriele Coen incide per la Tzadik, la prestigiosa etichetta newyorchese di John Zorn: “Awakening”(2010) e “Yiddish Melodies in Jazz”(2013)

Raffaela Siniscalchi comincia a cantare nel 1988 come voce solista in gruppi rock-blues e jazz nei più importanti locali della capitale. La passione per il jazz e per un uso anche strumentale della voce la porta ad approfondire le molteplici possibilità di uno strumento così duttile, affascinante e misterioso, attraverso stages con Fabrizia Barresi, Maria Pia De Vito, Mark Murphy, Norma Winstone, Barbra Liefer, e con il trombettista e compositore Kenny Wheeler. Nella rassegna "Sir Duke" nel 1994 ha interpretato brani di Duke Ellington ospite del M° Giorgio Gaslini. Appassionata di musica etnica e popolare, collabora dal ‘93 a progetti differenti. Da rielaborazioni di brani della tradizione popolare siciliana nel"Ulisse e l'ombra" diretta dal M° Bruno Tommaso insieme alla Marche Jazz Orchestra, al progetto sulla canzone romanesca con il gruppo "La Porta Magica", da la musica klezmer dei "Klezroym", alla rielaborazione di antichi brani in dialetto foggiano con la "Daunia Orchestra" di Umberto Sangiovanni, sino al gruppo di musica popolare "Arkè" con il quale è ospite nel 2000 del "II European Youth Festival" di Ankara. Nel 2005 è stata interprete insieme ad Edoardo Sylos Labini dello spettacolo dedicato al movimento futurista di Tommaso Marinetti "Donne- Velocità-Pericolo", diretto da Viola Pornaro e Francesco Sala. Con gli stessi registi ha lavorato nel 2006 come cantante-attrice dello spettacolo "Luci dal Varietà" ispirato all'avanspettacolo degli anni '30 e '40. Dal 2002 al 2004 fa parte del quartetto vocale medievale "La dolce vista". Nel 2003 viene scelta da Nicola Piovani come interprete per lo spettacolo "Concerto Fotogramma" ed entra a far parte de "La compagnia della Luna". Nel 2006 è' una delle voci soliste de "La Cantata dei Cent'Anni" opera scritta dal M° Piovani per il centenario della CGIL ed eseguita dalla Roma Sinfonietta con le voci recitanti di Gigi Proietti e Massimo Wertmuller e dello spettacolo "Il Signor ‘900" con Lello Arena, Norma Martelli ed Aisha Cerami. Collabora, sempre per il M° Piovani, all'allestimento dell'opera "L'isola della luce" come sostituta della cantante israeliana Noa ed a "Le Cantate del Fiore e del Buffo" e al più recente "Concha Bonita"per la regia di Alfredo Arias.

Veniteci a trovare
il 14 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: