Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

L'ORLANDO FURIOSO Teatro Garibaldi, Gallipoli (LE)

Teatro Garibaldi Via Garibaldi, Gallipoli LE, Italia
Google+

Compagnia teatrale Calandra in "Orlando Furioso"

• VINCITORE DEL PREMIO LECCE ART FESTIVAL
assegnato dai direttori dei maggiori settimanali di spettacolo italiani

• Premio del Pubblico come MIGLIOR SPETTACOLO, Rassegna teatrale "Giullari a Corte" 2013 Collepasso.

• Premio Miglior scenografia, Andrea Raho e Piero Schirinzi - Rassegna teatrale "Giullari a Corte" 2013 Collepasso.

• Premio Miglior Regia a Giuseppe Miggiano - L'Ora di Teatro 2013 - 5° Festival Città di Montecarlo

• Premio per il Miglior Attore non protagonista a Piero Schirinzi - L'Ora di Teatro 2013 - 5° Festival Città di Montecarlo

regia
Giuseppe Miggiano

Donne e cavalieri, imprese amorose e guerresche sono i temi di fondo del più avvincente poema cavalleresco: L'Orlando furioso di Ludovico Ariosto. Illusione e realtà, saggezza e follia, giovanile audacia e ironica posatezza si mescolano nell'opera in modi inimitabili. Orlando pazzo per amore, Angelica oggetto del desiderio e amante appassionata, Rinaldo rivaleggiante per amore, Olimpia sentimentale e svagata, Astolfo "astronauta" nel mondo lunare alla ricerca del senno fuggito dalla terra, il mondo governato dalla follia, l'esecrazione di tutte le guerre: sono tutti aspetti di una "storia" di ieri che con sapiente "leggerezza" e comicità, facendolo pensare e divertendolo insieme, parla all'uomo d'oggi.
Una storia che una compagnia di girovaghi, con i modesti mezzi di cui dispone, ricrea davanti ad un pubblico invitato a lasciarsi sedurre dall'illusione teatrale, dalla forza stregante della poesia.
Che cosa succede se il finale atteso è impedito da un incidente di percorso? Si può cercare altrove il classico "lieto fine"? Lo spettacolo procede insinuando nella materia cavalleresca riferimenti al mondo in cui viviamo; introduce curiosi anacronismi nel tessuto narrativo, rilegge il poema secondo una linea ironica esagerata, a tratti, fino alla caricatura, mescola rispetto per la tradizione e allegra contestazione delle regole prevedibili. Vuol essere un divertissement all'ombra della grande poesia, alla quale si guarda amorosamente come dicono le citazioni del poema collocate in momenti cruciali della rappresentazione. Mezzi scenici semplici, persino elementari, si caricano di allusività. In un teatrino di marionette si consuma la vicenda tragica e patetica di Cloridano e Medoro: marionette, gli uomini, di un destino che presumono di controllare. Alla follia che domina la terra, e che sembra insanabile, potrà contrapporsi, vittoriosa e guaritrice, la poesia?

Scenografia e illustrazioni: Piero Schirinzi
Musiche: Federico Della Ducata
Costumi: Teresa Cardinale
Regia Tecnica e Animazioni: Andrea Raho
Audio e luci: Roberto Alfarano
Pubbliche relazioni: Ester De Vitis
Direzione generale: Salvatore Selce

con:
Donato Chiarello
Federico Della Ducata
Piero Schirinzi
Ester De Vitis
Daniela Manna
Luigi Giungato
Antonio Giuri

Veniteci a trovare
dal 11 al 12 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: