Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Santiago Andrade Leòn a Spazio Interiore

Spazio Interiore Via Vincenzo Coronelli 46, Roma, Italia
Google+

Santiago Andrade Leòn è un leader spirituale che da oltre 20 anni lavora per la guarigione fisica e spirituale attraverso la preghiera il canto e le piante sacre perpetuando questa antica conoscenza custodita dalla Famiglia del Fuego Sagrado de Itzachilatlan.

L'evento prevede:
mercoledi 28 maggio alle 18:30-21:00: Circolo di canti con Santiago Andrade Leòn
In questo circolo di canti sacri Santiago presenterà anche canti dell'ultimo album che ha inciso: Taita Kuraka Imbabura
aperitivo a cura di Ada
Ingresso: 10 Euro
giovedi 29 maggio alle 18:30-21:00: Presentazione della traduzione italiana del libro "Curandero" con l'autore Santiago Andrade Leòn
aperitivo a cura di Ada
Ingresso: contributo volontario

Il Canto Sacro

Spirito ed Essenza delle culture ancestrali

Il canto per le culture ancestrali è stato uno strumento per tramandare la tradizione ed una incommensurabile maniera per trasmettere benessere e conoscenza alla gente. Attraverso i canti gli uomini e le donne di un popolo descrivono il proprio modo di pensare e sentire, i propri miti, la propria storia e la propria eredità. Si aprono così degli spazi per creare e ricreare la vita, invocando e procando i sensi, affinché si possa incontrare il benessere. È per questo che sono definiti Sacri, non solo per la loro capacità di invocare e provocare, ma anche perché costituiscono la colonna portante per la trasmissione della conoscenza. Le informazioni contenute in questi canti trascendono le frontiere… per continuare la lettura: http://www.fuegosagrado.eu/wordpress/?page_id=29&lang=it

Breve recensione del libro "Curandero":

“(…) Quando il vecchio curandero Manuel Vince Guerreros si svegliò, guardò sereno la sua Morte che gli giaceva accanto morta. Aprì prima un occhio, poi l’altro, subito dopo dilatò le narici per sentire se la Morte, morta di morte naturale, puzzava come gli umani, ma non c’era odore. Soltanto l’aspro aroma delle vecchie coperte e l’invadente tanfo di fumo che impregnava tutta la casa. (…)”


Il romanzo, già edito in lingua spagnola, si apre con l’immagine di un uomo (Taita Manuel) che trova accanto a sé il corpo morente della sua Morte. Qualcosa di apparentemente strano a una prima lettura, ma assolutamente comprensibile e anzi, arricchente, via via che ci si addentra nei luoghi narrati, nelle tradizioni riportate dall’autore e nella storia di questo curandero, “Taita”, che ripercorre le sue vicende personali e al tempo stesso ci offre la possibilità di osservare affascinati quelle che sono le ancestrali – e ancora vive – tradizioni un popolo: le sue danze, i suoi riti, la sua storia. Quella del Taita è una storia personale, certo, ma che si trasforma presto in storia universale, nella storia di un curandero che vive da sempre a contatto con la propria Morte che non è presenza lontana (come nella maggior parte delle culture europee) ma vicina, personificata e stranamente viva.
Taita Manuel si appresta a preparare il funerale per la sua Morte, e mentre lo fa, tutta la sua vita gli scorre davanti agli occhi, sulla pelle, ripensando non solo alla sua personale esperienza ma al cammino dei curanderos, al loro modo di onorare i morti e al tempo stesso la vita.
È un romanzo scorrevole, che aiuta il lettore a entrare nel mondo di Taita Manuel, Taita Pedro e di tutti coloro che li circondano, con un dialogo profondo, quasi fatto di contatti spirituali, ma al tempo stesso vivo e reale.
Sullo sfondo i popoli indigeni americani, lo sciamanesimo, la dettagliata descrizione dei rituali di visione… tutto ciò che uomini saggi sono riusciti a mantenere della loro storia, del percorso spirituale loro e dei propri antenati.
Una tradizione, quella narrata nel romanzo, che l’autore rappresenta e che vive in prima persona portandola avanti in diverse parti del mondo.
(Sara Cavarero)

“(…) A volte venivano pazienti con molti disturbi, dichiarati inguaribili dai medici o con semplici situazioni di disagio che la medicina generale e allopatica non riusciva a curare. Taita Manuel guardava il fuoco e gli faceva le diagnosi, gli dava consigli e gli raccomandava piante o piccoli riti di purificazione, quando non era lui stesso a celebrare l’intero rito di guarigione (…)”




BREVE NOTA BIOGRAFICA


Santiago Andrade León è nato nel 1971 a Ibarra, provincia de Imbabura, una piccola città nel nord dell’Ecuador. Ha studiato Scienze delle Comunicazioni a Quito e ha iniziato a lavorare come giornalista nel 1995 per il giornale più importante del suo paese, El Universo. È stato corrispondente per le agenzie France Press, Asociated Press y Bloomberg, e per il Diario de Catalunya a Barcellona. Ha insegnato scrittura creativa all’Universidad Católica de Quito. Nel 1992, grazie al suo lavoro di giornalista, recupera quelle che sono le sue radici e studia, partecipando attivamente, i riti ancestrali del suo popolo natio. Sei anni dopo, i saggi custodi degli antichi metodi di cura e dei riti d’iniziazione, lo riconoscono come un Uomo di Medicina. Oggi dedica la sua vita a questa modalità di cura, facendola conoscere in America e anche in Europa.
Come scrittore ha vinto, in Ecuador, il secondo concorso nazionale di racconti brevi dell’iadap (Instituto Andino de Artes Populares del Convenio Andrés Bello) e nel 1995 ha pubblicato il suo primo libro: Los cuentos de la Tontazul y los Anticuentos. Nel 2011 ha pubblicato Historias de Chamanes e Curandero, lo arcanos eventos que mataron a la muerte, ora tradotto anche in italiano.

Veniteci a trovare
dal 28 al 29 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: