Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

L'Antenato

Teatro Comunale Rossini Via Rossini, 1, Gioia del Colle BA, Italia
Google+

CAST
Regia: Augusto Angelillo e Giustina Lozito
Direzione Scenica: Rosaria Ventura e Antonella Angelillo
Tecnici: Mattia Leonardo Angelillo, Luca Pavone, Salvatore Ladiana, Pietro Giorgio, Davide Angelillo, Giuseppe Marazia, Ilaria Antonicelli
Scenografia: Rossella Signorile
Grafica: Vera Dada e Federica Antonicelli
Attori
Antonio Surico nel ruolo dell'antenato(il Barone di Montespanto)
Vincenzo Donvito nel ruolo dell'Ing. Guiscardo Montespanto
Domenico Giannelli nel ruolo del custode Egidio
Angela Depalma nel ruolo di Fanny (nipote di Ascanio)
Elisabetta Addabbo nel ruolo della Sig. Leuci
Marica Girardi nel ruolo di Vannetta
Angela Panessa nel ruolo di Germana
Marco Addati nel ruolo del Cavalier Berganti
Augusto Angelillo nel ruolo del domestico Ascanio
Marco Stoppini nel ruolo di Samuele Ganga




TRAMA
Un signorotto feudale, vittima di uno spietato incantesimo scagliatogli contro da una strega nell’anno Mille, torna ad occupare il suo maniero ogni trecento anni. Ad ogni risveglio trova un suo discendente alle prese con qualche guaio e difficoltà a procreare, ma l’antenato, giunto di sorpresa, farà di tutto affinché la propria dinastia possa proseguire nei secoli. Del resto come lui stesso proclama: “È mio fato salvar li miei progeniti!”.
Questo è lo scenario intorno al quale si sviluppa la trama de “L’antenato” di Carlo Veneziani. Il sipario si apre sul castello dei Montespanto ereditato da Guiscardo, barone nel sangue ma ingegnere spiantato e pieno di debiti nella vita, che si trova inaspettatamente faccia a faccia col suo antico zio in carne ed ossa. Insieme a Guiscardo c’è l’altezzosa signora Leuci che, accompagnata da sua figlia, è interessata a comprare il castello messo in vendita dall’ingegnere. Ad ostacolare i piani della Leuci ci pensa Germana, l’intraprendente amante di Guiscardo, che non vuole proprio rinunciare a trasferirsi nel castello insieme al proprio spasimante!
Una commedia ricca di battute e colpi di scena, che vede ruotare attorno a Guiscardo e al suo antenato una serie di personaggi curiosi in una girandola di situazioni ridicole e paradossali. Riuscirà Guiscardo a liberarsi della sua amante, divenuta ingombrante e invadente, per poter vendere il castello e risollevare la sua situazione finanziaria? E l’antenato saprà trovare il modo di sistemare il suo pronipote accanto a una donna, in modo che la nobile casata dei Montespanto non debba spegnersi senza altri eredi? È proprio il caso di dire: ai posteri l’ardua sentenza!

Veniteci a trovare
il 21 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: