Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

STABILE PRECARIATO di CARLO ALBE'

Melville Caffè Letterario via Dante Alighieri, San Nicolo' PG, Italia
Google+

Siete tutti invitati al reading con musica di Stabile Precariato, il mio secondo romanzo.
Uno spettacolo di circa 60 minuti, con la partecipazione di Giulio Burratti alla chitarra e di Valentina Colombo al sax.

“Ho scritto una poesia di un solo rigo su un vecchio muro
Vivo cercando il fondo e grazie a chi mi ha preso il futuro
Un ambulante vende sogni mezzi rotti ai bordi di quella via
ne ho comprati solo un paio ma a che mi serve la garanzia?”


STABILE PRECARIATO è la piccola storia ignobile di Vittorio, un ragazzo che vive solo all’estrema periferia di una grande città del nord. È una lettera scritta a Lorenzo, il migliore amico di sempre migrato a Berlino in cerca di fortuna, è una confessione in piena regola di tutto quello che gli è capitato nell’ultimo anno di vita, la dolorosa decisione di vuotare il sacco.
Raccontare tutto quello che la vita ha mancato di offrirgli…la felicità, le soddisfazioni professionali, la sicurezza di poter arrivare tranquillo alla fine del mese, l’amore di una donna.
STABILE PRECARIATO è una cascata di pensieri tremendamente reali, come la disoccupazione, l’affitto da pagare, i lavoretti saltuari e i colloqui allucinanti, fino all’approdo alla Lapsus, un noto call center dove potrebbe valere la citazione dantesca…”Lasciate ogni speranza voi che entrate”.
Il luogo delle domande senza impulso, dove tutto, umiliazioni comprese, scivola via senza lasciare il segno, perché una volta grattato il fondo si trova anche la forza di vedere quello che c’è sotto.

In collaborazione con Cgil Piacenza.
Alle ore 20 circa, è previsto un rinfresco di benvenuto.
Ingresso libero.

Veniteci a trovare
il 15 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: