Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

I CONFINI DELL'EUROPA - Dalla dichiarazione di Helsinki alla crisi Ucraina, tra diritto e politica i

Collegio Universitario Gregorianum Via M. Proust, 10, Padova PD, Italia
Google+

L'appuntamento fa parte di un ciclo di conferenze che approfondirà alcuni temi fondamentali del diritto: la rappresentanza e la democrazia. Lo farà prendendo in esame il contesto nazionale, quello europeo e quello internazionale.

L'incontro odierno - prendendo spunto dall'attuale crisi ucraina - sarà un'utile occasione per approfondire i principi che ispirano il diritto internazionale.

Il relatore Enrico Milano, ex-allievo del Gregorianum, è Professore Associato di Diritto Internazionale presso l'Università di Verona.

Dichiarazione di Helsinki, nota anche come Atto finale di Helsinki o Accordi di Helsinki, è stato l'atto finale della Conferenza sulla sicurezza e la cooperazione in Europa svoltasi a Helsinki nel luglio e agosto del 1975. La dichiarazione venne firmata da trentacinque stati, tra cui gli USA, il Canada e tutti gli stati europei tranne Albania e Andorra, e costituì un tentativo di miglioramento delle relazioni tra il blocco comunista e l'occidente.
Gli accordi di Helsinki costituirono la base per la successiva creazione dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE).

La "Dichiarazione sui principi che guidano le relazioni tra gli stati partecipanti" inserita nell'Atto finale (nota anche come "il decalogo") elencava i dieci punti seguenti.
1) Eguaglianza sovrana, rispetto dei diritti inerenti alla sovranità.
2) Non ricorso alla minaccia o all'uso della forza.
3) Inviolabilità delle frontiere.
4) Integrità territoriale degli stati.
5) Risoluzione pacifica delle controversie.
6) Non intervento negli affari interni.
7) Rispetto dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, inclusa la libertà di pensiero, coscienza, religione o credo.
8) Eguaglianza dei diritti ed autodeterminazione dei popoli.
9) Cooperazione fra gli stati.
10) Adempimento in buona fede degli obblighi di diritto internazionale.

Introduce la serata l'avvocato Andrea Codognotto

Veniteci a trovare
il 21 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: