Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

LA PICCOLA PACE E ALTRE STORIE

Via contrà barche, 53, Vicenza - Teatro Astra contrà barche, 53, Vicenza VI, Italia
Google+

con i ragazzi di Fabbricateatro, il laboratorio de La Piccionaia - I Carrara in collaborazione con Polo Giovani B55 condotto da Ketti Grunchi

"La Piccola Pace e altre storie" nasce da un'indagine teatrale sul tema della memoria storica e della guerra. Da una fase iniziale di lavoro su materiali diversi come poesie, fotografie, testimonianze, racconti, memorie, canzoni e vicende storiche è nata una prima selezione di brani, a partire dalla quale è stato realizzato un primo studio su testi, movimenti scenici, luci, costumi, oggetti di scena e musiche. Sono così nati cinque frammenti teatrali che hanno costituito, nella primavera del 2013, l’allestimento finale del laboratorio dello scorso anno: “Testimonianze di guerra”, in cui è confluito il lavoro sulle lettere dei soldati dal fronte; “Resistenze. L'ultimo testimone”, legato all'ultima lettera di un condannato a morte alla fidanzata e ispirato al brano del gruppo folk Yo Yo Mundi, da sempre impegnato sui temi della Resistenza; “La fine della guerra” che racconta l'arrivo della pace e nasce da un lavoro sul volume “Storia di Neve” di Mauro Corona; “La Piccola Pace”, che racconta la pace dentro la guerra durante la famosa tregua di Natale del 1914; ed infine la guerra dei non-soldati di “I sopravvissuti”, con la storia di nonna Caterina e del suo pane.

Da allora, il gruppo ha continuato a lavorare sul progetto, che sarà presentato anche al Premio Gaber di Grosseto il 12, 13 e 14 maggio e il 20 maggio al Teatro Momo di Mestre (Ve). Lo scorso 27 aprile è stato invece rappresentato lo scorso 27 aprile al Teatro Testoni - La Baracca di Bologna all'interno del confronto tra laboratori teatrali “Errare Humanum est”.

“Quello fatto con i ragazzi di Fabbricateatro è un lavoro sulla memoria collettiva – spiega Ketti Grunchi -. Raccontare significa non dimenticare. E per poter crescere come individui e come collettività non possiamo permetterci di dimenticare. Tutti: vecchi, adulti, ragazzi, bambini. E quindi tutti dobbiamo raccontare. Perché per amare la pace non bisogna dimenticare la guerra”.

Biglietto unico € 5

Info e prenotazioni
Ufficio Teatro Astra
Contrà Barche 55 - Vicenza
telefono 0444 323725 email info@teatroastra.it
www.teatroastra.it

Veniteci a trovare
il 18 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: