Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Teatro Coppola - 17 e 18 Maggio: INOSSIDABILE MIELE di e con Domenico Cucinotta

Teatro Coppola - Teatro dei cittadini Via Vecchio Bastione,9, Catania CT, Italia
Google+

Per la rassegna L'ISOLA PLURALE del Teatro Coppola Teatro dei Cittadini:

INOSSIDABILE MIELE

di e con Domenico Cucinotta

Teatro dei Naviganti

Collaborazione artistica: Sumako Koseki

Selezione musicale e regia: Domenico Cucinotta

17 e 18 Maggio, ore 21:00

INGRESSO LIBERO CON SOTTOSCRIZIONE VOLONTARIA


***


Ho voluto raccontare, attraverso il linguaggio del corpo e la lingua dei segni, ciò che le parole a volte non dicono, se non quando si compongono in poesia.
Ho voluto dire di Michele Cucinotta Oteri, poeta, del suo bisogno d'amore, disperato amore, assoluto amore, tanto grande da superare i confini dell'umano fino a giungere all'universo delle cose.
Di questo amore, vita, voglio parlare, danzando. Andavo alla ricerca del come raccontare la "muta" voce di un poeta. Paradossalmente l'uso delle parole mi appariva come un limite, non in grado di riprodurre l'urlo che la voce di Michele conteneva.
Sentivo che il linguaggio doveva essere fisico, corpo traspirante, come la materia della parola poetica, lanciata e donata al caso.
Danza.
Lo spettacolo contiene una citazione, o meglio un'ispirazione: la traduzione, attraverso il linguaggio dei segni, della canzone "The man i love" di G..., eseguita nello spettacolo "Nelken" di Pina Bausch.
La partitura dei segni e il significato della canzone, hanno rappresentato uno stimolo fondamentale per la creazione dello spettacolo.
La mia ricerca doveva consistere nel reinventare i segni, scomporli, ricodificarli come una lingua inventata o come cercare di dire e non dire, per scelta o per impossibilità.
Trovare infine la volontà di raccontarsi nel momento in cui i segni coincidono col significato del testo della canzone e in cui si riannodano i fili disseminati durante lo spettacolo, seguendo i quali lo spettatore si è perso per poi ritrovarsi.
Il tema di "The man I love", ricorre più volte durante lo spettacolo, come un pensiero dolce e ossessivo. Cresce l'urgenza di comporre un discorso, sia pure di segni, che bisogna voler comprendere con amore.
Inossidabile Miele contiene il tessuto drammatico del teatro e l'astrattezza della danza.
All'interno della struttura, che si è delineata durante la selezione musicale e il relativo montaggio,
si sviluppa l'improvvisazione che ricerca continuamente la forma e la sua mancanza.
Dedico questo spettacolo a Michele Cucinotta Oteri.
Il desiderio di far rivivere è un gioco di memorie. Possiedo la volontà ma non il dono del ricordo, per questo la scena, la danza, mi danno la possibilità di perdermi in ciò che la mia mente non richiama ma che il mio corpo ha trattenuto.
(Domenico Cucinotta)


***


L'ISOLA PLURALE, la nuova rassegna del Teatro Coppola Teatro dei Cittadini

Cosa raccontano i siciliani. Cosa hanno raccontato. Come lo fanno e come lo hanno fatto. Di volta in volta luogo dell'azione o suo strumento, tuffo o attesa, corda pazza o catena, la Sicilia è spazio di “cuntu”, di parole, chiacchiere e sparate. Isola di narrazioni improvvise e teatrino individuale, tavolini di istrioni al bar e voci tonanti sulle assi del palcoscenico; la Sicilia entra nella storia con repentine rivolte e ne esce abbandonandosi alla piccola morte del pomeriggio. Attraverso la lingua, la musica, il cinema, il teatro, la poesia, i pupi, i segni, il Teatro Coppola Teatro dei Cittadini inaugura la sua terza stagione di libertà e autogoverno alla scoperta di corde pazze e catene lungo le narrazioni dei siciliani.


***


http://www.teatrocoppola.it/

Ufficio stampa:
info@teatrocoppola.it
3470112200

Veniteci a trovare
dal 17 al 18 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: