Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Cartoline dal Purgatorio

Complesso Museale Di Santa Maria Delle Anime Del Purgatorio Ad Arco Napoli, Italia
Google+

Da una collaborazione tra Opera Pia Purgatorio ad Arco Onlus e, proprietaria del Complesso del Purgatorio ad Arco e l’Accademia di Belle Arti di Napoli, nasce il progetto "Cartoline dal Purgatorio".
Gli studenti dalle scuole di "Grafica d' arte", "Grafica d' arte per Illustrazione" e "Graphic Design” e del corso di "Illustrazione" tenuto dalla Prof.ssa Pergreffi, si sono cimentati con il complesso tema della cartolina illustrata d'autore che ovviamente non ha nulla a che vedere con la cartolina " turistica" che riproduce fotograficamente le fattezze di un luogo, articolo peraltro ora in profonda crisi data l' imperante moda dei "selfie" da condividere all' istante sui social network. La cartolina illustrata è un semplice, piccolo cartoncino, disegnato e colorato, in origine destinato alla corrispondenza, ora soprattutto al collezionismo. Da quando, nel 1770, il tipografo Schwarz inviò la prima cartolina illustrata ad un suo collega di Magdeburgo, e fino ad oggi, la diffusione di questi colorati cartoncini è diventata un po' anche la storia del costume e dei linguaggi, ben oltre l'intento comunicativo di chi le inviava e al di là dell'intento rappresentativo dell' immagine. La cartolina, oggi più che mai liberata dalla sua funzione "documentaria", mette in contatto l' autore con il suo fruitore attraverso un vero colpo di fulmine, un' intesa immediata che scatta grazie all'arguzia di un' immagine, l' efficacia di un gioco di parole, la forza di un accostamento di colori. In questo progetto gli studenti sono stati invitati ad interpretare il "senso del luogo" e le sue atmosfere, i suoi complessi rimandi antropologici attraverso un segno personale e sintetico, utilizzando il linguaggio espressivo più confacente, ma assolutamente libero e soggettivo, per restituire un'idea, un'emozione, a volte poetica, altre ironica, altre vagamente espressionista, sempre riproposta attraverso una lettura del tutto originale. Ne sono scaturite visioni fumettistiche, vignettistiche, ma anche estremamente liriche o vagamente “barocche” dalle quali si evince la capacità tipica dei giovani autori, di assimilare contenuti anche atavici e millenari per restituirli con abiti nuovi. Inedite e impreviste interpretazioni che attingono certamente anche alla contemporaneità in un dialogo surreale e intrigante come trasformare l' adozione di una “capuzzella” in una "app" per tablet, o trasformare il viaggio verso il Paradiso in un percorso su un bus dell’ ANM (anm…d’ o’ Priatorio!).

Cartoline dal Purgatorio è un progetto a cura di:
Accademia di Belle Arti di Napoli.
prof.ssa Daniela Peregreffi – Corso di Illustrazione
Studenti di Grafica d'arte e Graphic Design
Progetto grafico delle cartoline: Giuseppe Fioretti
Coordinamento progetto grafico: prof.ssa Enrica D’Aguanno

Mostra a cura di:
Daniela d’Acunto - Opera Pia Purgatorio ad Arco
Francesca Amirante - Direttore del Complesso Museale Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco


La mostra è allestita in chiesa, dove l'ingresso è gratuito

Per informazioni:
Associazione Progetto Museo tel. 081/440438 (lunedì-venerdì dalle 10,00 alle 14,00)
info@progettomuseo.com

Veniteci a trovare
dal 16 maggio al 30 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: