Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

DI QUEL CHE NON PUÒ ESSERE PREVISTO NÉ PREDETTO NELLE OPERE DI KOO JEONG-A

Museo Nazionale d'Arte Orientale via Merulana, 248, Roma, Italia
Google+

Nel suo intervento, Federico Nicolao analizzerà il metodo e la pratica artistica di Koo Jeong-A, affrontando il tema dell’imprevedibilità che sottende molti lavori dell’artista coreana, riprendendo per la prima volta in Italia, i contenuti di un suo saggio pubblicato in inglese all'interno del volume Koo Jeong-A Constellation Congress, edito negli Stati Uniti dalla Yale University Press, in occasione della mostra tenutasi presso la Fondazione DIA di New York nel 2010.
La conferenza sarà introdotta da un breve intervento di Valentina Gioia Levy, curatrice e storico dell’arte orientale, che traccerà un rapido quadro del contesto storico-artistico della Corea contemporanea.

FEDERICO NICOLAO
Filosofo, scrittore e critico d'arte, insegna "Teoria delle immagini" all'Ecole Nationale Supérieure des Arts di Paris Cergy e “Teoria e pratica dell’arte contemporanea” all’ECAL di Losanna. Dal 2006, è corrispondente all'estero del Collège International de Philosophie di Parigi. Borsista in passato della Villa Medici, ha ricoperto la carica di Direttore di programma del Museo d’Arte Moderna della Città di Parigi nel 2004 e del Museo Picasso nel 2005.
KOO JEONG-A
È nata a Seul nel 1967. I suoi lavori sono stati oggetto di mostre personali e collettive in tutto il mondo presso numerose Istituzioni tra le quali ricordiamo: Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris nel 1994 e nel 1997; WatariUm Museum e Mori Museum di Tokyo nel 2003; Centre Georges Pompidou nel 2004; Palais de Tokyo nel 2005; Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto nel 2008; DIA Art Foundation nel 2010. È stata inoltre invitata a partecipare a quattro diverse edizioni della Biennale di Venezia, nel 1995, 2001, 2003 e 2009; alla Biennale di Kwangju nel 1997; alla Biennale di Sydney nel 2004; alla Triennale di Yokohama nel 2001 e alla Triennale di Aichi nel 2010.

Veniteci a trovare
il 30 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: