Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Presentazione del libro di Marco Filoni | LO SPAZIO INQUIETO

Fandango Incontro via dei Prefetti n.22, Roma, Italia
Google+

Domenica 18 maggio, alle ore 18, presso la Libreria Fandango Incontro di Roma, Marco Filoni presenterà il suo ultimo libro "Lo spazio inquieto. La città e la paura" (collana le flâneur / tascabile).
Interverranno Antonio Gnoli (giornalista culturale delle pagine de la Repubblica) e Massimo Palma (filosofo, Università Orientale di Napoli).

«Noi uomini siamo abitatori d’immagini. Lo siamo sempre stati. Proiettiamo i nostri sogni sperando che questi si traducano in realtà. La storia dell’uomo è la storia della vita associata e del luogo dove questa si manifesta: la città. È perciò anche la storia di come l’uomo ha sognato e immaginato quella città. Perfetta, ideale, gioiosa, una città dove regna l’armonia. E dove non vi è posto per la paura».
Eppure, leggendo le pagine di Filoni, scopriamo che questa straordinaria invenzione dell’uomo, la città, è il luogo in cui prendono forma tutte le ambivalenze e le contraddizioni, e che lì dove cerchiamo riparo e sicurezza troviamo la massima rappresentazione della paura: la paura dell’altro come la paura di sé.
In un susseguirsi di rimandi alla letteratura come alla filosofia, la città, luogo di fascinazione, invenzione e violenza, viene letta ancora una volta come un fenomeno straordinario e potente, perché «la città è uno dei volti dell’uomo» e perché «“leggere la città” è un’operazione capace di dire molto di più di quanto si possa immaginare».

Veniteci a trovare
il 18 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: