Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Seth Faergolzia + KarashoW Live____@ REWORK

Rework Via Aldo Manna, 33, Perugia, Italia
Google+

Ultimo Appuntamento della stagione Live Reworkiana!!!!
Oltre 40 concerti in meno di 8 mesi!!!!
Tutti con ingresso a sottoscrizione e mai un biglietto!!!!!
Artisti da tutta L'Italia ed Europa!!!
Punk, Reggae, Folk, Rockabilly, Soul, Dub, Ska, Elettronica e tutto ciò che il mercato underground propone!!!

Per quest'ultima occasione abbiamo deciso di regalavi un live d'oltre Oceano!!!

SETH FAERGOLZIA
Dai suoi tempi come cervello dietro all’acclamato progetto avant-bohémien Dufus, Seth Faergolzia ha tracciato percorsi coloriti verso modalità espressive
che nessuno avrebbe potuto prevedere,
nemmeno quando i Dufus venivano accolti come innovatori del “freak folk”.
Dufus con Regina Spektor e Adam Green su Brooklyn Vegan.
Quando Faergolzia emerse per la prima volta dal
Downtown di Manhattan, si fece notare come
musicista pionieristico dedito a seguire la propria visio
ne artistica oltre ai margini dei margini, rapidamente distinguendosi come un visionario con un piglio da intrattenitore e una tendenza a sconvolgere le menti. L’assurdo presente sulla superficie della sua produzione ha naturalmente fatto sì che venisse paragonato a iconoclasti di simili vedute come Captain Beefheart, Frank Zappa, Ween, e Mr. Bungle. Ma Faergolzia rappresenta ormai un genere a sé, con i sentieri labirintici della
sua ispirazione che deliziano tanto il pubblico quanto i collaboratori. Per il tour europeo del maggio 2014, Seth girerà con una piccola band formata da componenti dei
23 Psaegz, che includono una tuba, un glockenspiel e una chitarra elettrica. Seth si esibisce sotto forma di tornado sonoro solista, unendo materiale nuovo, campio namenti elettronici, complessi loop costruiti dal vivo,improvvisazioni, e brani del repertorio dei Dufus
- uno spaccato variegato e rigoglioso di un inimitabile genio eccentrico che ha ispirato sia pubblico che collaboratori e critica per oltre un decennio.
“Vi sfido a non amare questa band”– Splendid

+ KARASHOW

Attivi dal 2004, i Karashow sono un gruppo di campagnoli musicalmente estremamente ignoranti e grezzi che hanno iniziato a suonare da piccoli perchè si annoiavano. Convinti che in questo millennio la musica abbia ormai detto tutto quello che aveva da dire, nascondono (male) la loro (evidente) scrausezza generale sostenendo che "la musica deve riscoprirsi disumanizzandosi e animalizzandosi" per poter così rinascere e divenire pura bestialità. Ma i Karashow son così scarsi che non riescono neanche a mettere in pratica la cosa, limitandosi a urlare oscenità e bestemmie sul palco, spesso troppo ubriachi e fatti da capire quello che stanno facendo davvero, ma sicuramente si divertono, cazzo.
Quando suonavano, porcaputtana! Dal 2006 al 2009 (pochissimo cazzo) i Karashow hanno suonato spesso a Perugia e dintorni, collezionando sia live soddisfacenti e divertenti (una volta al Norman c'erano circa 13 persone e una cantava le loro canzoni, io l'ho visto.) sia concerti di merda in condizioni pietose (quella volta al cinema Eden invece c'erano 10 persone davvero e nessuno cantava le loro canzoni, neanche il cantante.), sia concerti di merda in situazioni di merda (alla festa dei fisici stradali, diomaiale, non c'era da bere e i Karashow avrebbero dovuto dire sul palco "non bevete se guidate, ragazzi!" e "fate sesso solo con chi amate!" senza venire neanche pagati). A volte sono stati scacciati in malo modo dai proprietari dei locali che non gradivano le bestemmie (ma le strisciate di piscio sul muro, quelle si) e adesso da quasi un anno non suonano più un cazzo a causa di una spietata selezione naturale che li vede ovviamente sorpassati da gente più brava di loro e più pulita e più gay.
Ma in questi anni i Karashow non si son persi d'animo, di più.
E' per questo che ora, ridotti come sono, persi nei problemi degli adulti, come il lavoro, la droga e la famiglia, sperano di non essere dimenticati dai loro fan (dovrebbero essere circa una decina, li ho contati, forse 6, membri dei karashow esclusi) e di risuonare un giorno da qualche parte, dal vivo.
Anche se per il momento si accontenterebbero solo di un abbraccio. Poracci.

UNA BIRRA OMAGGIO A TUTTI QUELLI CHE VERRANNO!!!!!!!!!

Veniteci a trovare
il 17 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: