Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

NAZARIN live @ La Chiave | 29 Maggio

La Chiave Via Landolina , Catania CT, Italia
Google+

NAZARIN
29 Maggio 2014
La Chiave
ore 22.30 Ingresso libero

Nazarin segna l’esordio da solista di Salvo Ladduca, cantante e chitarrista dei Marlowe https://www.facebook.com/MarloweBand , che dà voce all’anima folk già percepita nei dischi del gruppo siciliano di cui è stato fondatore.
Dopo l'ultimo disco (Marlowe "Fiumedinisi" 2010), dopo tante collaborazioni e svariati opening act (Hugo Race, Cesare Basile, Mick Harvey, Jon Spencer, Michael Rother & Dieter Moebius, Angela Baraldi, Marta Collica, Dead Meadows, Boxeur The Coeur, Songs for Ulan, etc...), amante del cinema d’autore ha voluto firmare questa realtà con il titolo di un film di Luis Buñuel “Nazarin” dove il protagonista è un giovane predicatore che incrocia le ombre di una società indolente e degradata.
Il legame fra il personaggio del film è in stretto rapporto in qualche modo con i “predicatori” folk americani, vagabondi nudi in giro a raccontare storie con unica e sincera semplicità e determinante eleganza e maestria.
Nel Novembre 2012 entra in sala, all’Analogic Audio Argent di Ragusa, per il suo primo lavoro da solista. Il disco è registrato da Carlo Natoli (Gentless3) e masterizzato a Chicago (USA) da Carl Saff, in uscita il 15 Novembre 2013 per Viceversa Records.

La Mattanza dei Diavoli (streaming) https://soundcloud.com/viceversa-records/sets/nazarin-la-mattanza-dei/s-hONG4

FB Page: www.facebook.com/pages/NAZARIN/248942115152714?id=248942115152714&sk=info

https://www.youtube.com/watch?v=rKcqzcnSo10

>>>>>>>

"Intriga e appassiona non poco questo esordio da solista...
...una gran bella sorpresa e un altro attestato della lucidità e del buon gusto che guidano le scelte artistiche della Viceversa Records" - BLOW UP - Gennaio 2014 (Federico Guglielmi)

"Il primo disco in solitaria di Salvo Ladduca impressiona molto per l'alta qualità presentata. I nove brani proposti, pur pescando a piene mani da quanto già fatto da artisti ben noti (Tom Waits, Hugo Race, Cesare Basile, ecc...) riesce a mostrare una personalità chiara e decisa, convincendo ed entusiasmando in ogni sua parte. La Sicilia è una terra fertile e questo lavoro ne è la dimostrazione" - YEZINE (Francesco Cerisola)

"La mattanza dei diavoli è un disco potente, ruvido e sanguigno, contraddistinto da un suono affilato e spigoloso, da testi pregni e coraggiosi." - IMPATTO SONORO (Enrico Giani)

"...C’è dunque la reinvenzione potente e intensa di questa frontiera satura di conflitti e mistero, attraversata da processioni a cuore cupo (Radice mangia radice, la toccante Un intero giorno) e ballate roventi (la tumultuosa title track, il lirismo a chitarre spiegate di Sugli aghi), che il canto registrato su un timbro apprensivo e spesso laconico spennella di ombre ulteriori (come tra le vampe wave di Veglia sui nostri figli)......" - SENTIRE ASCOLTARE (Stefano Solventi)

“Si tratta di un songwriting di chiaroscuri, imbevuto del folk-rock americano, dei suoni notturni di Waits e Cave…possiamo sentire questo disco non solo con le orecchie, ma nei brividi che una vita spesso irta di pericoli inietta nella pelle, nelle scosse violente che queste storie imbevute del sapore dolceamaro dell’esistenza generano.” - MESCALINA - (Ambrosia J. S. Imbornone)

“La scrittura visionaria e tagliente di Ladduca è avvolta da una coltre blues, da un folk rock crepuscolare, da intenzioni country e inflessioni post rock.” – RUMORE – (Barbara Santi)

“Dentro "La mattanza dei diavoli" ci sono storie piene di significati; Salvo Ladduca mette in fila le parole come un poeta, senza però andare mai alla ricerca di facili rime o di versi costruiti ad arte.” – ROCKIT – (Faustiko Murizzi)

Veniteci a trovare
il 29 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: